Inter – Obiettivo Champions, possibilità Conte e futuro Icardi

89

Obiettivo UCL, Milan e Atalanta al seguito

Se per l’Inter il terzo posto è da ritenersi ormai blindato oppure occorre ancora stare in allerta abbiamo ancora alcune partite a disposizione per avere una risposta certa.
I nerazzurri hanno affrontato la scorsa domenica un’altra squadra dai colori nerazzurri sul prato piovoso di San Siro.
Con l’Atalanta la gara è terminata a reti inviolate, ma un punto soddisfa abbastanza milanesi e bergamaschi. I primi si tengono stretto il 3° posto e allungano sulle inseguitrici, guadagnando un altro punto sul Milan che, dopo le batoste nel Derby e con la Samp e un pareggio strappato con l’Udinese, esce sconfitto anche dallo Stadium, nella gara che i bianconeri hanno ribaltato arrivando al loro ennesimo trionfo in campionato.
Rossoneri, dunque, a -5 dai cugini, ma attualmente in parità di punteggio con l’Atalanta che è riuscita a raggiungere i 52 punti proprio grazie al pareggio conquistato al Meazza con l’Inter.

10 milioni per Antonio Conte

5 punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici ed ancora 7 partite da giocare da qui al 27 maggio per aggiudicarsi il 3° posto e l’accesso diretto alla prossima Champions League. Sarà probabilmente questa l’ultima missione di Luciano Spalletti sulla panchina dell’Inter che, dopo aver visto sfumare Champions, Coppa Italia ed Europa League nel giro di pochi mesi, dirà quasi certamente addio alla Beaneamata. Il traguardo da raggiungere è quasi obbligatorio per il tecnico di Certaldo.
Tra i probabili successori, il nome più caldo è senza dubbio quello di Antonio Conte sulla quale Beppe Marotta sta lavorando, su richiesta di Steven Zhang. La richiesta dell’ex Chelsea, da quanto riporta la Gazzetta dello Sport, è di 10 milioni di euro di ingaggio. Cifre da urlo, certo, ma che al momento, per Suning, non sembrano essere un ostacolo così grande.

Futuro Icardi

Sarà tutto possibile senza fair play finanziario? Un’altra possibilità, in caso di arrivo di Conte, potrebbe essere la permanenza dell’ex capitano Mauro Icardi che, al momento, nonostante il suo ritorno in campo arrivato dopo più di 50 giorni, sembra essere arrivato al capolinea nel rapporto con Spalletti. Ebbene, ci sono alte possibilità che l’argentino possa trovarsi al centro del progetto nerazzurro di Conte che, forse, preferirebbe dare una sistemata al centrocampo in vista della sessione estiva di mercato, ma soprattutto per la Champions League.