Juan Mata al Manchester United

203

tifosinapoli

Fino ad ora è senza dubbio il colpo più grosso di questo mercato di gennaio. Il passaggio si Juan Mata dal Chelsea al Manchester United per 37 milioni di sterline, poco più di 44 milioni di euro, è il trasferimento più eclatante messo a segno da una big del calcio europeo. L’accelerazione è avvenuta quando lo United ha alzato la sua precedente offerta mentre il Chelsea ha deciso di concedere uno sconto. Decisiva è risultata la volontà dello stesso Mata di trovare una squadra dove giocare con continuità, a meno di sei mesi dal mondiale in Brasile. D’altronde, sembrava la cronaca di un matrimonio annunciato. Da un lato, perché nella nazionale spagnola il talento e la competenza sono enormi e il fantasista iberico non trovava alla corte di Mourinho lo spazio di cui aveva bisogno per mettersi in mostra. Dall’altro la squadra di David Moyes naviga in settima posizione in classifica, a ben 14 punti dall’Arsenal capolista. Pertanto, se voleva invertire la tendenza, così come avevano ampiamente previsto gli analisti di scommesse sulla Premiere League di betfair, doveva darsi da fare sul mercato.

Il venticinquenne di Burgos firmerà un contratto di quattro anni e mezzo, diventando il giocatore più costoso nella storia dello United, superando il precedente primato stabilito da Dimitar Berbatov (36 milioni di euro). Un acquisto di lusso che porterà fantasia, assist e gol a un attacco che da parecchi anni non era così poco prolifico. D’altra parte, i problemi della suqadra guidata da Moyes, sempre più il bersaglio di critica e parte della tifoseria, riguardano tutti i reparti, se anche il modesto Sunderland è riuscito ad eliminare i Red Devils nella semifinale di Coppa di Lega.

Intanto, il Chelsea, che invece è tra i favoriti per la vittoria finale per gli allibratori di scommesse sulla Premier League di questo blog, ha già individuato il sostituto di Mata: si tratta del giovane egiziano del Basilea Mohamed Salah, valutato 12 milioni di sterline. Mourinho dovrà però vincere la concorrenza del Liverpool. Ma conoscendo le doti persuasorie dell’allenatore di Setubal, non dovrebbero esserci intoppi.