Juventus-Atletico: Allegri verso la difesa a tre, Simeone recupera Godin

66

Ecco come arrivano le due squadre alla sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League

Ci siamo. Domani sera alle ore 21:00 all’Allianz Stadium di Torino andrà in scena l’attesissima sfida tra la Juventus e l’Atletico Madrid. Un dentro-fuori fondamentale per i bianconeri chiamati a ribaltare il pesante 0-2 rimediato al Wanda Metropolitano lo scorso 20 febbraio.

Situazione Juventus

La compagine piemontese arriva al match con uno stato d’animo positivo. Gli ultimi due successi in campionato contro Napoli e Udinese hanno dato fiducia alla Vecchia Signora, ormai ad un passo dall’ottavo scudetto consecutivo.

Mister Allegri però dovrà fare i conti con alcuni problemi di formazione. Infatti sono out gli infortunati De Sciglio e Barzagli oltre che lo squalificato Alex Sandro.

Dunque per questo, il tecnico bianconero potrebbe optare per un 3-5-2 con Caceres favorito su Rugani per completare la difesa con Bonucci e Chiellini. Sugli esterni spazio a Bernardeschi e Cancelo, mentre in avanti dovrebbe agire la coppia Cristiano Ronaldo-Mandzukic con Dybala inizialmente in panchina. Un’ulteriore arma a disposizione potrebbe essere il baby bomber Kean, autore di una doppietta venerdì contro i friulani.

Per passare bisogna fare tre goal senza subirne. Un’impresa ardua contro una squadra che ha fatto della solidità difensiva il suo punto di forza.

Situazione Atletico Madrid

I colchoneros dal canto loro possono gestire al meglio la partita consapevoli che un goal quasi sicuramente chiuderebbe i giochi. Il Cholo Simeone non avrà a disposizione Diego Costa e Thomas (out per squalifica). Indisponibile anche il terzino sinistro Filipe Luis, mentre il centrale difensivo Godin in goal nella sfida d’andata dovrebbe recuperare.

La possibilità di giocare la finale in casa è uno stimolo di non poco conto per gli spagnoli, che dopo diverse delusioni in finale, vuole finalmente alzare al cielo la Champions League.

La Juventus ha il medesimo obiettivo e uscire agli ottavi di finale sarebbe un gran fallimento.