Juventus – UCL: Allegri e i capricci di Ronaldo, intanto si fa male Godin

194

Verso Juve-Atletico

Si torna a parlare di Juventus e di Champions in vista del ritorno che vale gli ottavi di UCL tra la formazione torinese e l’Atletico Madrid del Cholo Simeone.
Colchoneros attesi allo Stadium il 12 marzo per difendere la vittoria guadagnata al Wanda Metropolitano nella sfida di andata.

Godin infortunato. A rischio con la Juve?

Il club spagnolo è reduce dal 2-0 nel match di andata, ma è consapevole che a Torino non sarà una passeggiata, soprattutto se Simeone deve fare i conti con la probabile assenza del suo capitano.
Diego Godin, che è stato uno dei protagonisti della sfida contribuendo anche con un gol, si è infortunato stamattina durante la sessione di allenamento. Il giocatore ha subito un colpo al quadricipite destro che per ora lo terrà lontano dal campo.
Il prossimo turno di Liga vedrà l’Atletico impegnato nella sfida contro il Leganes, ma capitan Godin avrebbe comunque saltato il match perchè squalificato. Riguardo alle sue condizioni si saprà qualcosa di più nelle prossime ore, quando il giocatore sarà sottoposto a tutti gli accertamenti del caso.

Le pretese di Cristiano Ronaldo

A Torino, invece, la Juve affronterà questa sera l’Udinese, ma per molti giocatori la testa è già a martedì, soprattutto per Cristiano Ronaldo. Il portoghese, infatti, sembra aver fatto una richiesta al suo allenatore, chiedendogli qualche modifica in attacco proprio per la partita con l’Atletico. CR7 gradirebbe giocare con Federico Bernardeschi e Paulo Dybala nel tridente di attacco, così da poter ricevere più palloni giocabili. Sarà questa la soluzione per ribaltare il risultato dell’andata? Di certo al Wanda Metropolitano non si può dire che Ronaldo sia stato così stato fondamentale in campo, anzi, tutt’altro.
La richiesta di CR7 nascerebbe dalla partita vinta contro il Napoli in campionato, nella quale il giocatore si sarebbe sentito troppo isolato dai compagni di reparto e poco considerato dal resto della squadra.
La richiesta di Ronaldo sul cambiamento del tridente d’attacco vedrebbe escludere, però, un certo Mario Mandzukic, che è comunque una delle pedine fondamentali se non addirittura intoccabili della Juventus per mister Allegri.
Il tecnico toscano dovrebbe prendere una decisione: accontentare un Cristiano Ronaldo indispettito coi compagni e che fa i capricci, o far valere il proprio ruolo di allenatore seguendo il suo istinto?