La Juve perde a Lione, Sarri si arrabbia con l’arbitro

33

“In Italia ci avrebbero dato due rigori”

La Juventus è stata l’ultima squadra italiana dopo Atalanta e Napoli a scendere in campo, per gli ottavi di finale di Champions League. I bianconeri di scena in Francia a Lione, hanno rimediato una inaspettata sconfitta per 1-0.

La rosa della Juve, è certamente superiore a quella dei francesi guidata da Rudy Garcia, ex allenatore della Roma, che al ritorno a Torino, dovrà contenere la forza dei bianconeri per ottenere i quarti di finale.

Un primo tempo anonimo quello degli uomini di Sarri, che ha sottolineato la mancanza di velocità, rapidità nel gioco e nell’esecuzione dei passaggi del tipico 4-3-3 del tecnico bianconero.

Intanto Maurizio Sarri, ha evidenziato tramite una dichiarazione che i due episodi in area di rigore del Lione in “Italia sarebbero stati dati 2 rigori”.

In Europa, sappiamo che il calcio è più duro, si gioca di più, le simulazioni non sono richiamate come accade in Italia. Dove Cuadrado e Dybala, sono famosi per le loro facili cadute.

Non proprio una dichiarazione elegante quella del tecnico della Juventus, che dovrà migliorare già da domenica, contro l’Inter.

Pavel Nedved, dopo la gara con la Fiorentina disse “prendersela con gli arbitri, è un alibi da perdenti”, forse Sarri, ancora deve entrare nella mentalità Juventus.

Ph: Salvatore Fornelli