Lazio, via al progetto con la Croce Rossa ‘Non sarai mai sola’: i dettagli

111
Lazio Croce Rossa

Lazio Croce Rossa insieme per il progetto Non sarai mai sola

Parte da domani, giovedì 4 giugno, il progetto tra la Lazio ed i tifosi ‘Tu non sarai mai sola’ nello sport e nella vita, per e con la Croce Rossa Italiana. Il progetto, voluto fortemente dal presidente Claudio Lotito, prevede un’iniziativa a sostegno delle tante attività poste in essere dalla Croce Rossa Italiana, relative all’emergenza ‘Fase 2’ COVID-19, per le fasce di popolazioni più vulnerabili. Attraverso questa idea, e molte altre, la Lazio, con a capo il suo presidente, ed i propri tifosi, vogliono continuare ad essere un punto di riferimento per la diffusione dei valori sociali, culturali ed umani semplicemente utilizzando il calcio, linguaggio universale comune a tutti i popoli, il più potente strumento di inclusione e solidarietà… Valori riconosciuti nel 1921, anno in cui la S.S. Lazio viene eretta, dalla Gazzetta del Regno d’Italia, ad Ente Morale per la diffusione e divulgazione dei valori educativi, di eguaglianza e di inclusione sociale. “Non esiste povertà dove non c’è una palla, anche di carta, che rotoli tra i bambini regalando sorrisi”.

Lazio Croce Rossa: il progetto

Il progetto ‘Tu non sarai mai sola’ nasce per far sentire la vicinanza dei tifosi ai calciatori biancocelesti. Inviando una foto e con l’acquisto della propria sagoma, anche se non fisicamente sugli spalti, si potrà dare l’illusione in ogni match di essere, sempre e comunque, presenti per tutte le partite che si disputeranno a porte chiuse allo Stadio Olimpico di Roma. I tifosi potranno scegliere il settore, il posto e la fila che solitamente occupano o che gli piacerà occupare per tutto questo finale di campionato e, se si dovesse continuare a giocare, anche per il campionato 2020/2021 e per le competizioni europee. Alla riapertura dello stadio al pubblico, poi, ogni tifoso troverà ad aspettarlo il proprio avatar che potrà ritirare autografato dal Capitano Senad Lulic. La Lazio con il suo presidente Claudio Lotito “ringrazia tutti quelli che vorranno aderire all’iniziativa ed auspica che questa occasione sia l’inizio di una collaborazione tra club e propri sostenitori che possa consentire di poter dimostrare quanto il mondo del calcio debba essere utilizzato come strumento di divulgazione e inclusione per la diffusione della solidarietà e della fratellanza”.

Le parole di Lotito

Il presidente Claudio Lotito ha commentato così l’avvio di questo progetto: “Con questa iniziativa, ed in questo momento storico particolarissimo, intendo ringraziare anticipatamente tutti coloro che si ritrovano sotto la bandiera biancoceleste e che sposeranno l’idea di essere vicini, seppur non fisicamente, ai loro beniamini, non lasciandoli soli… So che risponderanno in moltissimi perché la famiglia Lazio non lascia mai soli nessuno. Voglio ringraziare la CRI, nella persona del suo Presidente Francesco Rocca, il quale tanto si è prodigato e si prodiga tuttora nell’essere vicino alle realtà in difficoltà”. “La Lazio è orgogliosa di partecipare ed aiutare la CRI devolvendo una parte del ricavato della vendita delle sagome”, ha concluso Lotito. “Voglio ringraziare, a nome degli oltre 160.000 volontari della Croce Rossa Italiana, la Lazio per questa splendida iniziativa, dal grande valore simbolico, ha sottolineato Francesco Rocca, presidente della CRI.