Lazio-Empoli 1-0: un rigore di Caicedo lancia i biancocelesti in zona Champions

25

Successo fondamentale per la Lazio, che nell’anticipo della 23esima giornata di Serie A batte l’Empoli con il punteggio di 1-0 allo stadio Olimpico di Roma. Decide un goal su rigore di Caicedo sul finire di primo tempo.

Cronaca del match

Parte bene la formazione di casa, che ci prova subito con Acerbi da fuori area. Gli ospiti dal canto loro reagiscono con un tiro di Caputo da ottima posizione. Attento Strakosha nella circostanza.

L’aquila però cade nel torpore, complice anche l’assenza di elementi chiave come Parolo, Luis Alberto e Immobile e si fa imbrigliare dall’attentissima retroguardia toscana.

Solo nel finale di frazione gli uomini di Inzaghi si smuovono, grazie anche alla vena creativa di Correa. I suoi tentativi però vengono sventati da Provedel. Il portiere azzurro diventa protagonista in negativo al 42′ quando sbaglia un controllo in area e atterra Caicedo, abile nella circostanza a fiondarsi sulla palla. L’attaccante ecuadoriano si presenta sul dischetto e trasforma il rigore che porta in vantaggio la Lazio.

Nella ripresa il canovaccio tattico non cambia e sono ancora i capitolini ad andare vicini al bersaglio grosso, stavolta con un colpo di Milinkovic deviato in angolo dall’estremo difensore empolese.

Passato lo spavento gli uomini di Iachini rispondono con Krunic. Il suo destro dal limite esce di qualche metro dalla porta di Strakosha. La Lazio alla distanza e Caputo e compagni alzano il ritmo costringendo i padroni di casa sulla difensiva. Nonostante qualche piccola sofferenza i capitolini resistono e portano a casa i tre punti.

Analisi Lazio Empoli

Al pari del match di Frosinone contava vincere senza badare all’estetica. Inzaghi è riuscito a sopperire al meglio agli impegni ravvicinati e alle molteplici defezioni, portando a casa il risultato senza rischiare eccessivamente. In attesa delle dirette concorrenti, la Lazio si porta al quarto posto in classifica. Positiva la prima di Romulo con la casacca biancoceleste, continua il best moment di Caicedo, che eguaglia il numero di goal in campionato messi a segno lo scorso anno.

Per quanto riguarda l’Empoli, nonostante una buona prestazione difensiva, è mancato il guizzo in avanti capace di cambiare le sorti del match. Contro avversari più alla portata la storia può essere decisamente diversa. La strada verso la salvezza è ancora lunga, ma non è poi così ripida.

Tabellino e pagelle

Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Bastos 5,5, Acerbi 6,5, Radu 6; Romulo 6, Milinkovic Savic 6 (58′ Cataldi 6), Leiva 5,5, Berisha 5,5 (Dal 77′ Badelj s.v), Lulic 6; Correa 6, Caicedo 7 (Dall’83’ Pedro Neto). Allenatore: Simone Inzaghi 6.
EMPOLI (3-5-2): Provedel 5; Veseli 5,5, Silvestre 6, Dell’Orco 6; Di Lorenzo 6, Traore 6 (Dal 70′ Acquah 5,5), Bennacer 5,5, Krunic 6, Pasqual 6 (Dall’87’ Mchedlidze s.v); Farias 5 (Dal 50′ Oberlin 5,5), Caputo 6. Allenatore: Iachini 5,5.
Arbitro: Chiffi (sezione di Padova)
Ammoniti: Acquah