Liverpool, i 7 eroi di Klopp: Mané

56
Klopp

Il Liverpool si è aggiudicato la Premier League con 7 giornate d’anticipo. Per celebrare la cavalcata della squadra di Klopp è giusto ricordare i 7 giocatori chiave che hanno riportato il titolo ai Reds dopo 30 anni.

Il settimo e ultimo, ma non per propri demeriti (anzi), della lista è un giocatore di cui spesso ci si dimentica. Sadio Mané a volte passa inosservato rispetto a Salah e Firmino. Molti credono che non sia in grado di garantire i gol e assist spettacolari, di cui invece sono assidui frequentatori i due compagni di reparto. E’ difficile però essere detrattori del senegalese, terzo nella classifica del Pallone d’oro l’anno scorso. Mané è il secondo miglior marcatore del Liverpool con 17 reti a cui si aggiungono 9 assist. I numeri sono dalla sua parte e rivelano un’importante caratteristica: la concretezza. Le sue giocate non sono sempre straordinarie, ma ha la qualità di farsi trovare pronto nel posto giusto. Glielo permette la sua grande visione di gioco, grazie a cui vede le cose in anticipo rispetto agli altri. Non si nasce così, ma per raggiungere il suo livello ci vuole tanto sacrificio. Mané sa bene cosa significhi lavorare duramente e proprio la fatica ha permesso al ragazzo di Sedhiou di alzare sopra il cielo di Madrid la Champions League. Quest’anno però l’obiettivo era la Premier, che mancava ai Reds da trent’anni. Il senegalese tornava da una sconfitta in finale di Coppa d’Africa contro l’Algeria. Un colpo forte che avrebbe messo KO chiunque. Molti si sarebbero presi una vacanza per dimenticare, magari tornando con la forma fisica e il morale a pezzi. Non è il caso di Mané, che si è concesso appena qualche giorno di relax per poi iniziare subito la preparazione in vista di un’altra stagione storica con il Liverpool.

Oggi il cammino si conclude. Dopo i festeggiamenti al termine della partita contro il Chelsea, il Liverpool finisce il travagliato percorso in casa del Newcastle alle 17.