Mazzarri: “La storia dell’Inter va difesa e onorata”

139

Alla vigilia di Genoa-Inter risuonano le parole al veleno di Gasperini, pronta la replica di Walter Mazzarri, che da vero uomo-azienda difende la sua Inter. Mazzarri replica quindi a Gasperini e parla di mercato e dell’imminente sfida contro i rossoblu.

Di seguito la conferenza stampa come riportata da sportmediaset:

Un bilancio del girone d’andata

“I pareggi contro Sampdoria e Parma non mi sono piaciuti. Le sconfitte sono solo tre. La squadra non è mai in balìa dell’avversario. Siamo sempre stati in vantaggio a livello di occasioni. A livello generale considero buono il cammino, con qualche punto in più sarebbe stato un campionato ottimo. Del mio lavoro mi interessa ciò che sa e pensa la società ciò che pensano altre persone non mi interessa”.

Come sta Milito?

“Milito sta molto meglio, devo capire se è conveniente farlo partire domani dall’inizio. Parlerò anche con il giocatore, che ha molta esperienza. A livello atletico spero che domani si possa vedere un passo in avanti. Negli allenamenti, con questo tempo, non si può valutare bene tutto. Contro una squadra di buon livello non sarà semplice e dovremo stare attenti tatticamente. Devo capire se tutta la squadra può reggere l’assetto tattico con Kovacic più basso. Mateo è migliorato molto. Ci dispiace aver pareggiato contro il Chievo, ma se le cose fossero andate secondo regolamento noi la partita l’avremmo vinta. Dobbiamo trasformare questa sensazione nella rabbia giusta per prevalere sugli altri”.

Le altre davanti si sono rinforzate…

“Come allenatore voglio essere valutato in modo equo. Queste considerazioni le condivido, ma non mi spaventa nulla. Terzo posto? Io non ho fissato obiettivi, noi cerchiamo sempre il massimo, se noi pensiamo così, con un gioco buono e con una mentalità giusta, andremo avanti, considerando sempre il processo di crescita del gruppo e la valutazioni della rosa stessa. Ai miei giocatori anche oggi ho detto ‘andiamo a Genova a fare il nostro calcio’, questa è la nostra mentalità. Cercando di far gol ogni qual volta ne avremo la possibilità. Dovremo fare sempre così, siamo l’Inter. Io non mi arrendo, voglio il massimo dal campionato. Il nostro obiettivo ora è quello di tornare a vincere”.

Cosa replica alle parole di Gasperini?

“Da lontano ho sempre considerato l’Inter un club vincente. Prima delle partite non voglio parlare di altro ma questa volta faccio un’eccezione, perché mi sembra che la storia dell’Inter vada difesa e onorata”.

Come vede Ranocchia, al centro delle voci di mercato?

“Andrea è un professionista serio e non è mai al di sotto delle proprie possibilità. Si allena sempre bene, che giochi o no. Io valuto tutto in base alla squadra”.

Sull’ipotesi rinvio

“Rinvio? Ho sentito, ma non voglio cali di concentrazione in tutti i casi. L’ho già detto ai calciatori”, ha aggiunto a Inter Channel.