Milan-Atalanta 1-1: Spettacolo con Calhanoglu e Zapata. Highlights e Tabellino

62

Milan-Atalanta 1-1

A San Siro si affrontano due squadre che sarebbero piaciute molto a Giuseppe Meazza. Milan e Atalanta hanno sempre segnato almeno un gol da quando si è ripreso a giocare. Ci si aspettava spettacolo e sicuramente il pubblico televisivo non si è annoiato. Anche da casa si è sicuramente sentito al 21’ l’urlo di Malinovskyi, che gioca da terra il pallone e viene colpito sul polpaccio dai tacchetti di Biglia, che viene graziato con un giallo. L’ucraino rientra in campo per battere il calcio di rigore, ma si fa ipnotizzare da Donnarumma. Sarebbe stato il gol del pareggio per l’Atalanta, che a inizio primo tempo ha sofferto. Infatti è il Milan che al 14’ passa in vantaggio con un’orbita spettacolare di Calhanoglu su calcio di punizione. La Dea non riesce molto spesso a penetrare e rischia pure di subire in contropiede. Gli uomini di Gasperini (oggi squalificato) però hanno segnato più gol di tutti in Serie A. Ci pensa allora il migliore dei marcatori nerazzurri, Zapata. L’azione viene innescata dal pallone rubato da Freuler a Biglia, che commette un altro errore pesante. Sulla ribattuta, l’attaccante colombiano è lesto ad arrivare per primo sul pallone ed è bravo a superare Donnarumma. Il secondo tempo mostra meno idee, più stanchezza e quindi più errori, soprattutto da parte del Milan. L’Atalanta a volte mette all’angolo i rossoneri e fa venire la pelle d’oca all’estremo difensore. Al 59’ dai 16 metri il Papu sfiora il palo con un tiro al volo, mentre al 71’ Zapata, da una posizione simile, va vicino all’altro legno grazie ad una deviazione. I nerazzurri però si scoprono troppo e lasciano ampi spazi per i contropiedi avversari, in particolare alle sgroppate di Leao. Dopo l’occasione di Zapata, il portoghese porta per 80 metri la palla, che Bonaventura scaglia sul palo. Pioli cerca di vincere la partita con i cambi, ma i bergamaschi possono chiamare dalla panchina giocatori di più alto profilo. Nonostante qualche brivido, il tecnico riesce a mantenere la striscia positiva che gli ha permesso la vittoria a distanza su Rangnick e quindi la conferma.

Milan-Atalanta: tabellino e highlights

Marcatori: 14′ Calhanoglu; 34′ Zapata

Milan:(4-2-3-1) Donnarumma, Laxalt, Gabbia, Kjaer, Calabria, Biglia, Kessié, Rebic, Calhanoglu, Saelemaekers, Ibrahimovic. A disposizione: Leao, Bonaventura, Krunic, Castillejo, Begovic, Donnarumma, Duarte, Paquetà, Olzer, Brescianini, Maldini, Colombo. Allenatore: Stefano Pioli

Atalanta:(3-4-2-1) Gollini, Djimsiti, Caldara, Toloi, Gosens, Freuler, de Roon, Hateboer, Malinovsky, Gomez, Zapata. A disposizione: Sutalo, Muriel, Pasalic, Castagne, Colley, Rossi, Sportiello, Palomino,Czyborra, Bellanova, Tameze, Da Riva. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Arbitro: Daniele Doveri

Ammoniti: 25′ Biglia; 38′ Toloi

Espulsi:

I gol