Milan, Scaroni: “Speravo in una ripartenza dolce. Rangnick non so se arriva”

43
Milan Scaroni

Milan Scaroni sulla ripartenza a Radio Anch’io

“Speravo che la Coppa Italia fosse messa un po’ alla fine, ad agosto, magari con una partenza più dolce. Avere due partite adrenaliniche come sono le semifinali e la finale dopo 3 mesi di sosta mi sembra un rischio più che altro per i giocatori, una cosa molto stressante”. Sono le parole del presidente del Milan, Paolo Scaroni, sulla ripartenza del calcio italiano con la coppa nazionale ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1. “Capisco il ministro che ha voluto le prime partite in chiaro per riportare gli italiani al mondo del calcio dopo 3 mesi di astinenza. In tutto questo è uscito fuori un compromesso. Io spero che la partita del Milan sia il 13 e non il 12, un giorno in più serve. Sono ottimista”, prosegue Scaroni.

Milan Scaroni sulla compattezza della Lega calcio

“In Lega ogni volta che ci riuniamo per l’Assemblea votiamo all’unanimità per la ripartenza. Siamo compatti per rimetterci a giocare il più presto possibile. Finalmente ripartiamo e speriamo di ripartire bene. E’ l’auspicio del presidente del Milan, Paolo Scaroni, che ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1, ha parlato della ripartenza del mondo del calcio dopo il lungo stop a causa del coronavirus, oggi una tappa importante: l’ufficializzazione del nuovo calendario.

Capitolo Rangnick

“Rangnick al Milan? Intanto non so se arriverà il manager tedesco. Per il momento tutti noi abbiamo tutti fiducia in Pioli che ha fatto bene ed è un professionista. Le scelte le fa Gazidis, io non so neanche quando parla con altri potenziali candidati ma lascio a lui questa scelta, io ho fiducia in Pioli e anche in Paolo Maldini nel nostro team”. Così conclude il presidente del Milan, Paolo Scaroni, intervenuto ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1.