Milan, una sconfitta salutare?

169
Donnarumma

Brutta sconfitta per il Milan ieri sera a Genova.

Montella aveva deciso per il turn over, soprattutto sulla fascia destra, con Poli adattato a terzino e Honda nel tridente d’attacco, facendo accomodare in panchina Abate e Suso. Scelte totalmente sbagliate per i meneghini che hanno sofferto di più su quel lato e proprio il giapponese non ha saputo applicare la regola del fuorigioco mettendo Ninkovic in condizione di segnare il primo goal indisturbato davanti a Donnarumma. Nel secondo tempo, con l’entrata di Suso, i rossoneri hanno cercato di essere più pericolosi ma Paletta ha rovinato i piani della sua squadra: entrataccia su Rigoni ed espulsione inevitabile.

Il Milan ha cercato di reagire ed ha avuto pure un occasione con Poli a 2 passi da Perin ha sparato fuori, ma prima l’autorete di Kucka e poi il bellissimo goal di Pavoletti (finta su Romagnoli e tiro alla sinistra del portiere) hanno messo la partita in discesa per gli uomini di Juric. Sconfitta che potrebbe essere salutare per i Montella Boys dopo la vittoria di sabato contro la Juventus: si ritorna con i piedi per terra e nel campionato italiano nessuno ti regala niente nemmeno se ti chiami Milan e bisogna sempre correre e sudare per portare a casa i 3 punti. Il mister rossonero forse avrà capito che non ha la squadra per fare il turnover soprattutto su questi campi dove l’agonismo e il pubblico possono fare la differenza e poi non affronta nemmeno le competizioni europee.