MotoGp, il dottor Zasa: “Marquez ha rischiato di perdere il braccio”

Il direttore sanitario della Clinica Mobile ha parlato dell'infortunio del pilota della Honda

113
Marc Marquez

Il pilota spagnolo tornerà sulla sella della propria Honda dopo il lungo infortunio. A riguardo ha parlato Zasa, direttore sanitario della Clinica Mobile

 

Marc Marquez tornerà a correre nel GP di Portimao. Il campione spagnolo è stato vittima di un brutto infortunio al braccio che non gli ha permesso di gareggiare per molto tempo. Sulle sue condizioni ha parlato il dottor Zasa, direttore sanitario della Clinica Mobile. Ecco che cosa ha detto sullo spagnolo ai microfoni di motociclismo.it: “Non ho seguito personalmente Marquez durante la sua degenza, per questo le mie sono ipotesi basate solo sulle informazioni che tutti conosciamo. Detto ciò, l’ho sentito più volte, ma mai per un consulto. Ultimamente mi diceva che il braccio non gli dà problemi, ma a volte sente qualche fastidio”.

Zasa ha ribadito anche come la carriera del pilota sia stata a rischio: “Quando un omero (l’osso del braccio interessato, ndr) non guarisce si può arrivare a un’infezione che in alcuni casi può portare alla perdita del braccio”.