MotoGp Malesia: Marc Marquez penalizzato, la pole va a Zarco

60

ULTIM’ORA: MARQUEZ PENALIZZATO

Marc Marquez è stato penalizzato di 6 posizioni sulla griglia dalla Direzione Gara per aver ostacolato Iannone nel corso della Q2. La pole passa quindi a Johann Zarco, affiancato in prima fila da Rossi e dallo stesso pilota Suzuki. Seconda fila Per Dovizioso, Miller e Petrucci. Il pilota Honda partirà 7°, in terza fila. Invariato il resto della griglia.

Marc Marquez ha conquistato la pole position del Gran Premio della Malesia, classe MotoGP. Il pilota Honda ha girato in 2:12.161, risultando il più veloce in condizioni di pista bagnata. Al suo fianco in prima fila partiranno le Yamaha di Johann Zarco e Valentino Rossi, staccati però di mezzo secondo e 8 decimi rispetto allo spagnolo. Seconda fila per la Suzuki di Iannone e per le Ducati di Dovizioso e Miller. Il forlivese ha mancato la prima fila a causa di una scivolata nel suo ultimo tentativo. In terza fila troviamo Danilo Petrucci, Alex, Rins e Alvaro Bautista. Devono accontentarsi della quarta fila Dani Pedrosa e Maverick Vinales, alle guida delle altre Honda e Yamaha ufficiali. Accanto a loro partirà Aleix Espargaro, bravo a portare l’ Aprilia in Q2.

Le qualifiche hanno subito un ritardo di 1 ora e 20 minuti a causa di un violento acquazzone che si è abbattuto sul circuito di Sepang proprio nell’ orario di inizio della sessione. La pista si è rapidamente allagata, diventando impraticabile in pochi minuti. Proprio per evitare problemi di maltempo, la Direzione Gara ha deciso di anticipare di due ore la partenza del Gran Premio di domani. La gara scatterà alle 13 ora locale, le 6 di mattina in Italia. Alle 15 locali, infatti, sono previsti nuovi violenti rovesci.

MOTOGP MALESIA, LA GRIGLIA DI PARTENZA

Fila 1: 1. M. Marquez (Honda) 2:12.161/2. J. Zarco (Yamaha) +0”548/3. V. Rossi (Yamaha) +0”848

Fila 2: 4. A. Iannone (Suzuki) +0”936/5. A. Dovizioso (Ducati) +1”022/6. J. Miller (Ducati) +1”113

Fila 3: 7. D. Petrucci (Ducati) +1”252/8. A. Rins (Suzuki) +1”302/9. A. Bautista (Ducati) +2”024

Fila 4: 10. D. Pedrosa (Honda) +2”282/11. M. Vinales (Yamaha) +2”695/12. A. Espargaro (Aprilia) +3”179

Fila 5: 13. S. Redding (Aprilia)/14. M. Pirro (Ducati)/15. X. Simeon (Ducati)

Fila 6: 16. P. Espargaro (KTM)/17. B. Smith (KTM)/18. T. Luthi (Honda)

Fila 7: 19. F. Morbidelli (Honda)/20. S. Bradl (Honda)/21. K. Abraham (Ducati)

Fila 8: 22. T. Nakagami (Honda)/23. H. Syarinh (Yamaha)

Bandiera a scacchi. Marquez conquista la pole position con mezzo secondo su Zarco e 8 decimi su Valentino Rossi. Seconda fila per Iannone, Dovizioso (autore di una scivolata nell’ ultimo tentativo in curva 9) e Miller. Terza per Petrucci, Rins e Bautista. Quarta per Pedrosa, Vinales e Aleix Espargaro.

-1:10: Petrucci migliora il suo tempo ma resta a 1”2 da Marquez.

-5:04: Marquez è autore di una scivolata in curva 4 e fatica a ripartire. Lo spagnolo ha comunque 1”2 su Petrucci, il più immediato inseguitore.

-5:32: In difficoltà le due Yamaha. Rossi è 7°, Vinales addirittura 11°.

-8:03: Marquez abbassa il suo tempo e porta il limite a 2:12.161. Alle sue spalle le due Ducati Pramac di Petrucci e Miller. Seguono poi Rins, Dovizioso e Iannone.

-9:04: Aleix Espargaro è autore di una scivolata in curva 4.

-10:20:  Marquez passa subito al comando girando in 2:13.641. Alle sue spalle Miller, Iannone e Rossi.

Iniziata la Q2.

Q2

Bandiera a scacchi. Alvaro Bautista e Aleix Espargaro accedono alla Q2. Alle loro spalle la classifica vede Redding, Pirro, Simeon, Pol Espargaro, Smith, Luthi, Morbidelli, Bradl, Abraham, Nakagami e Syarinh. Tra poco avrà inizio la Q2.

-0:51: Bautista passa in testa, girando in 2:13.311. Appena 24 millesimi in meno rispetto al tempo del pilota Aprilia.

-1:21: Pirro migliora e gira in 2:13.823. Mezzo secondo da Aleix Espargaro.

-2:17: Caduta anche per Thomas Luthi.

-3:37: Michele Pirro balza in 2. posizione, segnando il tempo di 2:14.288. Nove decimi di ritardo da Aleix Espargaro.

-5:42: Aleix Espargaro abbassa nettamente il limite e lo porta a 2:13.335. Un secondo di vantaggio su Smith.

-6:31: Scivolata per Smith in curva 11.

-7:56: Bradley Smith si porta in testa segnando il tempo di 2:14.332. Il pilota KTM ha due decimi di vantaggio su Aleix Espargaro.

-9:52: Arrivano i primi tempi. Al comando si trovano i fratelli Espargaro. Aleix è in testa con 2:14.916, il fratello Pol lo segue staccato di un secondo.

Riparte la Q1. Il tempo è stato riazzerato e si avrà quindi una durata regolare di 15 minuti. Non si terrà perciò conto dei 2 minuti e 22 secondi disputati in precedenza.

Q1

Tra 10 minuti avranno inizio le qualifiche, alle 9:30 ora italiana.

Ha smesso di piovere e le condizioni meteo sembrano in miglioramento. Si attendono comunicazioni a breve da parte della Direzione Gara.

Non ci sono comunicazioni per le qualifiche ma arrivano novità per gli orari della gara di domani. La Direzione Gara ha deciso di anticipare l’ orario della partenza del mattino alle 6 ora italiana, per evitare problemi di maltempo.

La pioggia non accenna a diminuire di intensità rendendo sempre impraticabile il tracciato. Da tenere anche in considerazione che in Malesia il sole non tramonta molto tardi in questo periodo dell’ anno. La disputa delle qualifiche è sempre più in dubbio.

Ancora nessuna comunicazione da parte della Direzione Gara.

Jordi Torres si è rotto il pollice nella caduta nel corso della FP4. Molto probabilmente sarà costretto a saltare la gara di domani.

Continua a piovere molto intensamente. Al momento, non ci sono aggiornamenti sull’ eventuale ripresa delle qualifiche. L’ annullamento della sessione non è da escludere.

La pioggia è scrosciante e ha reso la pista un fiume. E’ molto difficile che le qualifiche possano riprendere a breve.

Al momento non ci sono comunicazioni sulle decisioni della direzione gara. La safety car sta compiendo dei giri di pista per verificare le condizioni del tracciato.

-12:58: Bandiera rossa. Qualifiche sospese. La pista è completamente allagata.

-13:22: L’ intensità della pioggia sta aumentando e le condizioni della pista stanno rapidamente peggiorando.

Iniziata la Q1. La pioggia è battente ma la pista sembra tenere abbastanza bene.

Q1

Terminata la FP4. Marc Marquez realizza il miglior tempo in 2:00.083.  Alle sue spalle, chiudono la top 10 Vinales, Dovizioso, Zarco, Rins, Iannone, Rossi, Aleix Espargaro, Pedrosa e Petrucci. Tra poco via alle qualifiche.

-2:04: Non sarà facile per i piloti affrontare la qualifica. Devono girare passando dalla pioggia battente all’ asciutto nel giro di poche centinaia di metri. La pioggia è infatti presente solo in alcune curve.

-5:20: La pista non è bagnata in maniera uniforme. La parte iniziale è sostanzialmente asciutta, mentre è il settore conclusivo quello in condizioni più critiche.

-7:51: Dovizioso è il primo a rientrare in pista.

-9:10: Nessun problema fisico per i piloti caduti. Gli altri stanno per rientrare in pista con gomme da bagnato.

-13:00: Tutti i piloti sono fermi ai box. Non c’è attività in pista.

-15:21: Comincia a piovere. Vinales e Torres sono autori di violente cadute che danneggian pesantemente le loro moto. Anche Bautista e Abraham finiscono a terra.

-16:58: Vinales si porta in 2. posizione, a 1 decimo da Marquez. La top 10 è poi completata da Dovizioso, Zarco, Rins, Iannone, Rossi, Aleix Espargaro, Pedrosa e Petrucci.

-17:41: Marquez abbassa nuovamente il limite e registra il tempo di 2:00.083.

-19:21: Dovizioso passa in 2. posizione, a 1 decimo da Marquez.

-21:13: Dovizioso si inserisce al 5° posto, davanti a Rossi.

-21:40: Marquez passa in testa in 2:00.126.

-23:09: Scivolata in curva 15 per Nakagami. Vinales è terzo, seguito da Rins, Rossi, Dovizioso e Pedrosa.

-23:41: Zarco si porta al comando in 2:00.346. Alle sue spalle Marquez.

-25:07: Rins ottiene il miglior tempo provvisorio in 2:00.757. Alle sue spalle Zarco, Vinales, Marquez e Rossi.

-27:02: Prima scivolata del turno è quella di Xavier Simeon, caduto in curva 10.

-29:07:  Tutti i piloti vanno subito in pista.

Iniziata la FP4.

FP4

Tra 10 minuti avrà inizio la FP4.

Amici di Sport Paper, buongiorno e benvenuti alla diretta scritta testuale delle qualifiche del Gran Premio della Malesia, classe MotoGP. Nella FP3 disputata nella notte italiana il più veloce è stato Maverick Vinales, che si è portato in testa alla classifica combinata delle tre sessioni con il tempo di 1:59.231. Alle spalle del pilota Yamaha si sono piazzati Marc Marquez, Jack Miller e Dani Pedrosa, autore di un deciso miglioramento rispetto alle prestazioni ottenute ieri. La lista dei piloti ammessi alla Q2 comprende quindi: Vinales, Marquez, Miller, Pedrosa, Rins, Zarco, Petrucci, Dovizioso, Rossi e Iannone. Da segnalare che Jorge Lorenzo ha dato nuovamente forfait anche per l’ appuntamento di Sepang. Il pilota Ducati era sceso in pista nelle due sessioni di ieri patendo però ancora molti problemi al polso operato e non era riuscito a fare meglio dell’ ultimo tempo. Il suo posto è stato preso dal collaudatore della Casa di Borgo Panigale, Michele Pirro, che dovrà prendere parte alla Q1 essendosi classificato al 17. posto nella classifica combinata.

Diciottesimo appuntamento stagionale per il Mondiale MotoGP 2018. La lunga trasferta in terra asiatica si chiude con il Gran Premio della Malesia. Teatro della gara è il circuito di Sepang. Marc Marquez si è già aggiudicato il titolo iridato, ma non mancano certo i motivi di interesse per seguire questa gara. La lotta per il secondo posto in campionato tra Andrea Dovizioso e i due piloti Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales si è fatta incandescente. La Casa dei Tre diapason, dopo una stagione difficile, ha ottenuto il primo successo dell’ anno nell’ ultimo appuntamento di Phillip Island con lo spagnolo e sembra tornata a essere competitiva. Jorge Lorenzo, dopo tre gare di assenza, torna in sella alla Ducati e cercherà di chiudere nel migliore dei modi la sua avventura in Rosso, prima di passare alla Honda. Il ruolo di outsider verrà ricoperto dalle Suzuki di Andrea Iannone e Alex Rins, apparse in grande crescita nelle ultime gare.

IL CIRCUITO DI SEPANG

Il circuito di Sepang si trova a 50 km dalla capitale Kuala Lumpur. Ospita il Motomondiale dal 1999. Il tracciato misura 5,5 km e si percorre in senso orario. La pista presenta 15 curve, 10 a destra e 5 a sinistra. E’ un circuito completo, che alterna curve lente, come i due tornanti lunghi che aprono e chiudono il giro, a diverse pieghe da percorrenza veloce. Ci sono due lunghi rettilinei di circa un km dove il motore ricopre un ruolo importante. La vera differenza si fa però nella parte centrale della pista, dove delle buone doti di scorrevolezza della moto unite a un’ ottima trazione sono fondamentali per poter essere competitivi.

I RISULTATI DELLE LIBERE DI IERI

Nelle prove libere disputate ieri, la Suzuki ha confermato la sua crescita costante ottenendo il miglior tempo con Alex Rins. Lo spagnolo ha girato in 1:59.608 piazzandosi in vetta alla classifica a fine giornata. Alle sue spalle, troviamo i due grandi protagonisti del 2018, Andrea Dovizioso e Marc Marquez, staccati di soli 89 e 93 millesimi. Buona anche la prestazione delle due Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Vinales, che hanno chiuso rispettivamente in 4. e 6. posizione. Ottima prima giornata di prove anche per le Ducati del team Pramac. Jack Miller e Danilo Petrucci si sono piazzati rispettivamente al 5° e 7° posto, facendo segnare tempi all’ altezza dei migliori. I primi 7 sono racchiusi infatti in soli due decimi. La top 10 e di conseguenza la lista dei piloti ammessi temporaneamente alla Q2 è chiusa da Johann Zarco, Andrea Iannone e Aleix Espargaro, ottimo 10° con l’ Aprilia.

Restano al momento fuori, tra gli altri, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Il pilota della Honda si è piazzato solo 11°, a 9 decimi da Rins. Il maiorchino della Ducati è in fondo alla classifica con l’ ultima prestazione di giornata. Il polso recentemente operato crea ancora problemi e non gli ha permesso di girare in tempi competitivi. Il gap rimediato dal leader è di ben 3”5.