Napoli, missione compiuta. Adesso la Champions

74

La vittoria di ieri cancella il mezzo passo falso con il Chievo.

Doveva essere riscatto e cosi è stato. Il Napoli, grazie al successo nell’anticipo sul Milan, è ripartito nel modo migliore cancellando di conseguenza il mezzo passo falso con il Chievo prima della sosta. L’affermazione di ieri sera consente agli uomini di Sarri di mantenere la vetta della classifica con 35 punti, con l’imbattibilità a fare da cornice ad un avvio di stagione da record. Adesso il quesito che tutti si pongono è: riusciranno i partenopei a mantenere questa costanza di rendimento, pur avendo una rosa numericamente inferiore alla Juve?

La risposta la si avrà nella fase cruciale del torneo, anche se non è da escludere che a gennaio i dirigenti possano muoversi durante il mercato di riparazione per portare sotto il Vesuvio qualche innesto che possa puntellare ulteriormente l’organico e perché no, garantire quel qualcosa in più nella corsa allo scudetto, tanto atteso dall’ambiente napoletano e che manca dai tempi di Maradona. In più Sarri, nel rush finale della stagione, riavrà nuovamente a sua disposizione due pedine fondamentali dello schacciere partenopeo come Milik e Ghoulam. Intanto, nella vittoria di ieri sera spicca la rete di Insigne. Quest’ultimo, con la prodezza di ieri, fa aumentare i rimpianti a tutti i tifosi italiani su quello che poteva essere l’esito del doppio confronto con la Svezia: chissà come sarebbe finita con lui in campo?

Adesso l’imperativo per lui è di essere il trascinatore del Napoli nella decisiva partita di Champions con lo Shakhtar, gara importante per mantenere ancora vive le speranze di qualificazione, complicatasi dopo il ko interno con il City, agli ottavi di finale.