Nations League, Germania-Olanda 2-2: Promes e Van Dijk regalano agli orange la qualificazione

101

E’ l’ Olanda l’ ultima squadra qualificata ala Final Four della UEFA Nations League. Gli Orange hanno conquistato il punto che serviva per passare il turno pareggiando per 2-2 a Gelsenkirchen con la Germania. Una gara che i tedeschi sembravano avere in pugno fino a cinque minuti dal termine, prima di subire la fulminante rimonta degli avversari. Gli uomini di Low per larghi tratti avevano interpretato meglio la partita, facendo vedere una manovra rapida e brillante. Nel finale, però, sono calati vistosamente permettendo agli olandesi di segnare due gol in rapida successione.

I padroni di casa passano in vantaggio già al 9′. Gnabry rifinisce di testa un passaggio di Kroos e serve Werner. L’ attaccante del Lipsia si aggiusta la palla di testa e scarica un destro dalla distanza che batte Cillessen, apparso non impeccabile nell’ occasione. Il raddoppio arriva al 19′. Kroos trova un buco nella difesa olandese e con un assist millimetrico lancia Sanè. Il giocatore del Manchester City controlla male il pallone, ma si libera di De Ligt e tira di sinistro dai 16 metri. Tete devia la conclusione quel tanto che basta per renderla imprendibile per Cillessen. Nel finale arriva la rimonta della squadra di Koeman. All’ 85′ De Roon trova Promes al limite dell’ area. Quest’ ultimo si gira e con un destro radente trova l’ angolino alle spalle di Neuer. L’ Olanda a questo punto si getta all’ assalto e, proprio al 90′, arriva il pareggio-qualificazione. Un cross preciso di Vilhena, entrato nel corso della ripresa al posto di uno spento Wijnaldum, trova Van Dijk pronto alla girata al volo sulla quale Neuer non può arrivare.

L’ Olanda strappa così l’ accesso alla Final Four chiudendo il Gruppo 1 al comando con 7 punti. Lo stesso score ottenuto dalla Francia, beffata però per un peggiore differenza reti nei confronti diretti (3-2 in favore degli olandesi). La Germania retrocede mestamente in Lega B con 2 soli punti e nessuna vittoria conquistata in 4 partite. Il quadro delle quattro finaliste che si contenderanno la prima edizone della UEFA Nations League a giugno è quindi composto, oltre che dagli orange, anche da Inghilterra, Portogallo e Svizzera.

TABELLINO

GERMANIA-OLANDA 2-2

GERMANIA (3-4-3): Neuer; Rudiger, Hummels, Sule; Kehrer, Kroos, Kimmich, Schulz; Gnabry (67′ Muller), Werner (63′ Reus), Sanè (80′ Goretzka). Ct: Low

OLANDA (4-3-3): Cillessen; Tete, De Ligt, Van Dijk, Blind; De Roon, F. De Jong, Wijnaldum (60′ Vilhena); Promes, Depay, Babel (45′ Dilrosun, 66′ L. De Jong). Ct: Koeman

Marcatori: 9′ Werber (G), 19′ Sanè (G), 85′ Promes (O), 90′ Van Dijk (O)

Ammoniti: 14′ Hummels (G), 38′ Wijnaldum (O), 54′ Kroos (G), 68′ Kimmich (G)

Corner: 5-4

Recupero: 2′ pt, 4′ st

Termina la partita. Germania e Olanda chiudono sul risultato di parità: 22 il finale a Gelsenkirchen. Gli orange conquistano il punto necessario per accedere alla Final Four.

90′GOL OLANDA! Vilhena con un cross preciso trova Van Dijk. Il difensore con un destro al volo batte Neuer e segna il gol che potrebbe valere la qualificazione alla Final Four. Germania 2-Olanda 2. Concessi 4 minuti di recupero.

87′ – Reus trova sul versante opposto Kehrer. Il suo tiro in diagonale è sballato e la palla termina debolmente sul fondo.

85′GOL OLANDA! De Roon pesca Promes al limite dell’ area. L’ attaccante olandese si gira e fa esplodere un gran tiro che trova l’ angolino alla sinistra di Neuer. Germania 2-Olanda 1.

82′ – Traversone da sinistra di Schulz. Van Dijk anticipa Muller pronto a colpire di testa e manda il pallone in calcio d’ angolo.

81′ – Kimmich apre il gioco con un bel lancio. Van Dijk alza il pallone a campanile, ma il suo intervento diventa un assist per Schulz. Il edesco calcia al volo ma Tete devia con un piede il pallone in corner.

80′ – Ultimo cambio nella Germania: esce Sanè, entra Goretzka.

78′ – Grandissima azione di Depay, che percorre metà campo palla al piede saltando avversari come birilli. L’ olandese tira in porta ma Neuer dice no deviando in corner con il corpo.

72′ – Muller trova una splendida imbucata per Kimmich. Quest’ ultimo mette al centro una palla per Sanè che va solo spinta in rete. De Ligt con un prodigioso recupero salva una rete praticamente fatta.

71′ – Sanè apre il gioco per Muller che cerca di chiudere una difficile triangolazione. La palla scavalca il giocatore del Manchester City e termina sul fondo.

70′ – Reus arriva sul fondo e mette al centro un pallone per l’ accorrente Muller. Il centrocampista del Bayern manca di un soffio l’ aggancio di testa da posizione invitante.

68′ – Giallo per Kimmich, autore di un intervento falloso per fermare una ripartenza di Depay.

67′ – Secondo cambio nella Germania: esce Gnabry, entra Muller.

66′ – Dilrosun, che ha sostituito l’ infortunato Babel al termine del primo tempo, deve a sua volta abbandonare la gara per problemi fisici. Al suo posto entra Luuk De Jong. L’ Olanda rimane quindi senza cambi.

63′ – Primo cambio nella Germania: esce proprio Werner, entra Reus.

62′ – Gnabry lancia Werner che salta in velocità Tete, entra in area e fa partire un sinistro in diagonale. La palla sfiora il palo alla sinistra di Cillessen.

61′ – Tete arriva sul fondo e mette al centro un pallone invitante. Hummels, con una calma olimpica, appoggia la sfera all’ indietro per Neuer. L’ azione sfuma.

60′ – Secondo cambio nell’ Olanda: esce Wijnaldum, entra Vilhena.

56′ – Promes salta Kehrer e prova a tirare dal vertice alto dell’ area. Neuer blocca il pallone con sicurezza.

55′ – Punizione dalla trequarti di Promes. Parabola tesa che costringe Neuer a respingere di pugno per anticipare Van Dijk, pronto a colpire di testa da ottima posizione.

52′ – Giallo per Kroos, autore di una trattenuta ai danni di Depay.

49′ – Percussione di Sanè sull’ out di destra. Il giocatore del City e scarica il pallone su Kroos che prova il destro dalla distanza. Tiro sballato che termina in curva.

46′ – Gnabry recupera palla sulla trequarti e apre il gioco su Werner. Il centravanti, defilato sulla destra, fa partire un destro potente ma centrale. Cillessen fa suo il pallone senza difficoltà.

Iniziato il secondo tempo.

GERMANIA-OLANDA, SECONDO TEMPO

Le squadre stanno entrando in campo per disputare il secondo tempo. Non ci sono cambi.

La Germania conduce per 2-0 sull’ Olanda al termine del primo tempo a Gelsenkirchen. Sembra funzionare il nuovo corso della Nazionala varato da Low. I tedeschi hanno messo in mostra un gioco brillante e arioso, colpendo l’ avversario con azioni orchetsrate con grande velocità.

I padroni di casa passano in vantaggio già al 9′. Gnabry serve Werner rifinendo di testa un lancio di Kroos. la punta del Lispia controlla la sfera e batte Cillessen (non impeccabile nell’ occasione) con un destro dalla distanza. Al 19′ arriva il raddoppio. Kroos trova un buco nelle retroguardia degli Orange nel quale si infila Sanè. Il giocatore del Manchester city non controlla perfettamente il pallone, ma si libera di De Ligt e fa partire un mancino dai 16 metri. Tete devia il tiro e lo rende imparabile per Cillessen.

Olanda in grande difficoltà Gli uomini di Koeman non riescono a velocizzare la propria manovra e non sono mai riusciti a rendersi realmente pericolosi. Serve una grande ripresa per rimontare lo svantaggio e volare alla Final Four, al momento ad appannaggio della Francia.

Termina il primo tempo. Le squadre vanno a riposo. La Germania è in vantaggio per 2-0 sull’ Olanda.

45′ – Babel non può continuare e l’ Olande deve sfruttare il primo cambio. AL suo posto entra Dilrosun. Concessi 2 minuti di recupero.

44′ – Gioco fermo per soccorrere Babel. L’ attaccante olandese avverte dei problemi al flessore della coscia destra.

40′ – Cross millimetrico di Schulz. Gnabry colpisce di testa ma manda a lato da ottima posizione.

38′ – Giallo per Wijnaldum, autore di un intervento falloso ai danni di Kimmich.

34′ – Cross insidioso di Blind. Sule devia di testa e manda in corner, creando qualche apprensione a Neuur.

30′ – Gnabry recupera palla sulla trequarti, avanza e scarica un gran destro. La conclusione è centrale e viene bloccata da Cillessen.

29′ – L’ Olanda ha evidentemente subito l’ uno-due degli avversari. Gli uomini di Koeman non riescono a rendersi pericolosi e la loro manovra è piuttosto lenta.

19′GOL GERMANIA! Un lancio dalle retrovie di Kroos libera Sanè. Il giocatore del Manchester City controlla il pallone, si libera di De Ligt e con un sinistro velenoso batte Cillessen. Germania 2-Olanda 0.

14′ – Giallo per Hummels, che ha fermato in maniera fallosa al limite dell’ area Promes.

11′ – Schulz pesca Werner in area con un cross rasoterra. La punta del Lipsia gira a rete di prima intenzione ma cicca la conclusione. La palla viene recuperata da Cillessen.

9′GOL GERMANIA! Werber, servito da un lancio di Gnbary, controlla il pallone di testa e batte Cillessen con un gran destro dalla distanza. Germania 1-Olanda 0.

1′ – Kimmich apre il gioco per Kehrer, liberatosi sulla destra. Il tedesco entra in area e tira da posizione angolata. Palla alta.

Calcio d’ inizio. E’ cominciata Germania-Olanda.

GERMANIA-OLANDA, PRIMO TEMPO

Le squadre stanno entrando in campo in questo momento. Dopo gli inni nazionali, la partita avrà inizio.

I giocatori hanno ultimato il riscaldamento e sono rientrati negli spogliatoi per ricevere le ultime disposizioni dai due ct. Tra poco avrà inizio il match.

Amici di Sport Paper, buonasera e benvenuti alla diretta scritta testuale di Germania-Olanda. La cara chiude il calendario del Gruppo 1 della Lega A della UEFA Nations League. Pochi minuti fa sono state comunicate le formazioni ufficiali delle due squadre.

GERMANIA-OLANDA, FORMAZIONI UFFICIALI

GERMANIA (3-5-2): Neuer; Rudiger, Hummels, Sule; Kehrer, Kroos, Kimmich, Schulz, Gnabry; Werner, Sanè. Ct: Low

OLANDA (4-3-3): Cillessen; Tete, De Ligt, Van Dijk, Blind; De Roon, De Jong, Wijnaldum; Promes, Depay, Babel. Ct: Koeman

Conosceremo stasera il nome dell’ ultima squadra qualificata alla Final Four della UEFA Nations League. Una tra Francia e Olanda andrà a fare compagnia a Svizzera, Portogallo e Inghilterra alla fase finale della prima edizione del torneo. Il Gruppo 1 è l’ ultimo a dover ancora decretare una vincitrice. La sfida tra Germania e Olanda in programma alle 20:45 alla Veltins Arena di Gelsenkirchen scioglierà il nodo che appassiona tutta Europa.

GERMANIA-OLANDA, PROBABILE FORMAZIONE GERMANIA

La Germania non ha molto da chiedere a questa gara. I tedeschi sono già matematicamente retrocessi in Lega B avendo conquistato 1 solo punto nelle tre gare finora disputate. Un altro flop che ha fatto seguito alla clamorosa eliminazione al primo turno patita nell’ ultimo Mondiale di Russia 2018. La Nazionale 4 volte Campione del Mondo, dopo tanti anni passati ai massimi livelli del calcio internazionale, si trova di fronte a un lungo lavoro di ricostruzione. Il ct Joachim Low, molto contestato in patria, utilizzerà questa partita per fare esperimenti in vista dell’ inizio delle qualificazioni a Euro 2020. In atto un ringiovanimento della rosa, con l’ addio a molti eroi del trionfo iridato del 2014. Il modulo utilizzato per la probabile formazione della gara odierna sarà un avveniristico 3-3-1-3. Neuer tra i pali. Linea difensiva composta da Ginter, Sule e Rudiger. Centrocampo affidato a Kehrer, Kimmich e Havertz. In avanti Schulz agirà da trequartista a supporto delle tre punte Gnabry, Werner e Sanè.

GERMANIA-OLANDA, PROBABILE FORMAZIONE OLANDA

L’ Olanda si trova a un passo da un traguardo insperato alla vigilia del torneo. Gli Orange, al momento del sorteggio che li ha visti inseriti nello stesso girone delle ultime due squadre Campioni del Mondo, erano dati da tutti come i principali candidati alla retrocessione in Lega B. Gli olandesi sono però stati capaci di sovvertire ogni pronostico. Al momento occupano il secondo posto in classifica con 6 punti, con una lunghezza di distanza dalla Francia capolista. All’ Olanda stasera basta un pareggio per qualificarsi alla Final Four. Appaiando i Bleus a quota 7, infatti, gli uomini di Ronald Koeman conquisterebbero la qualificazione in virtù di una migliore differenza reti negli scontri diretti (il quoziente del doppio confronto è di 3-2 in favore degli olandesi). Impostare una partita solo sulla difensiva, però, può essere controproducente. La probabile formazione da opporre ai tedeschi prevede un offensivo modulo 4-3-3. Cillessen in porta. La retroguardia vedrà impiegati De Ligt e Van Dijk nel ruolo di centrali, affiancati sulle fasce da Dumfries e Blind. In mediana giocheranno De Roon, De Jong e Wijnaldum. Il tridente offensivo sarà composto da Bergwijn, Depay e Babel.

GERMANIA-OLANDA, L’ ARBITRO

L’ arbitro dell’ incontro sarà il sig. Ovidiu Hategan, appartenente alla Federazione romena.

GERMANIA-OLANDA, PROBABILI FORMAZIONI

GERMANIA (3-3-1-3): Neuer; Ginter, Sule, Rudiger; Kehrer, Kimmich, Havertz; Schulz; Gnabry, Werner, Sanè. Ct: Low

OLANDA (4-3-3): Cillessen; Dumfries, De Ligt, Van Dijk, Blind; De Roon, De Jong, Wijnaldum; Bergwijn, Depay, Babel. Ct: Koeman