Overtime Festival 2021: i big dello sport accendono l’11^ edizione

67
overtime festival 2021

Il conto alla rovescia è partito. I colori dello sport saranno il filo conduttore della nuova edizione di Overtime, Festival Nazionale del Racconto, Etica e Giornalismo sportivo che ha festeggiato lo scorso anno un emozionante decennale. Dal 6 al 10 ottobre 2021 si terrà l’undicesima edizione del festival che ogni anno fa registrare un grande successo, non soltanto in termini di emozioni, ma anche di afflusso del pubblico. Dalle imprese dei campioni alle vicende dei grandi sconfitti, dai romanzi sullo sport ai convegni, dal racconto all’etica sportiva. Overtime Festival ha ospitato negli ultimi anni importanti anteprime nazionali e tanti illustri personaggi tra cui Federico Buffa, Giorgia Rossi, Pierluigi Pardo, Antonio Cabrini, Giorgia Palmas, Cristiano Militello, Filippo Roma, Fabio Caressa, Giuseppe Cruciani, Urs Althaus – l’Aristoteles de L’allenatore nel Pallone – Marco Ardemagni, Nevio Scala, Alessandro Abbio e tanti altri ancora.  Lo sport con Overtime Festival diviene chiave di lettura dei processi di socialità, costruzione di scambi interculturali a 360 gradi. Parola di Pierluigi Pardo, intercettato durante le scorse edizioni di Overtime Festival: “Overtime è un grande evento sportivo e culturale in una bellissima città come Macerata. Mio padre era molto legato a Macerata e da giovane visitava spesso le Marche. Qui ho amici veri ancora oggi, il miglior amico di mio padre era proprio marchigiano, per l’esattezza di Fabriano. Da parte mia sarà sempre un piacere tornare in questa bella regione”. 

All’ordine del giorno di Overtime Festival spettacolari esibizioni sportive, concerti, aperitivi ed iniziative a tutto tondo. Circa 50 eventi tra passato e presente perché lo sport sia accessibile a tutti, per conoscere al meglio il tempo in cui viviamo. Ebbene sì, sono numerosissime le tematiche affrontate nel corso degli anni dalla squadra targata Pindaro Eventi, dal doping ai record olimpici. Tanto l’affetto da parte della città di Macerata (storica location dell’evento) e dagli appassionati provenienti da diverse zone d’Italia, nonché delle sua realtà istituzionali, associative, economiche, a partire dalla Regione Marche, dal Comune di Macerata, dall’Università di Macerata, anche in un periodo fortemente condizionato dal Coronavirus. “Un’edizione da record – ha evidenziato in occasione del gran finale 2020 il docente Unimc Michele Spagnuolo, ideatore del Festival Overtime col fratello Angelo e la Pindaro Eventi – che testimonia l’affetto che c’è per la manifestazione e che ha visto un allestimento molto importante in piazza. Tanti contenuti, tanti spunti che ci danno la spinta in quello che facciamo, nella vita, nello sport, nella cultura”. 

Giorgia Rossi