Rimonta Warriors e Lakers beffati, Curry: “Siamo rimasti calmi”

38

I Golden State Warriors rimontano uno svantaggio di 14 punti nei 10 minuti finali e superano i Los Angeles Lakers per 115-113. Protagonista il solito Steph Curry, che segna 26 punti pur tirando male da oltre l’arco (3/12).

“Siamo rimasti calmi.” ha raccontato il leader dei suoi “Le nostre seconde linee hanno giocato benissimo. Abbiamo trovato una buona inerzia nel secondo tempo per rimanere attaccati alla partita e giocarcela nel finale. E’ stato simile alla partita con i Clippers (quando hanno rimontato uno svantaggio di 38 punti, ndr). E’ la seconda volta che capita, anche se vorremmo andare in vantaggio fin da subito.”

Un contributo fondamentale nei minuti della rimonta è arrivato anche da Eric Paschall, che ha aggiunto 8 punti a quelli segnati da Curry. Il lungo ha chiuso la partita mettendone a referto 19, eguagliando il proprio massimo stagionale. Continua poi la crescita di Andrew Wiggins, che fa registrare 18 punti, mentre Draymond Green offre la solita prestazione a tutto tondo con 7 punti, 8 rimbalzi e 9 assist. Si fa notare finalmente Kelly Oubre Jr, che chiude con 23 punti e segna uno dei canestri decisivi per la vittoria dei suoi.

“Abbiamo sofferto nel primo tempo.” ha commentato Coach Steve Kerr “Ma mi è piaciuto come abbiamo lottato. La panchina ci ha tenuti in partita, mentre i titolari l’hanno poi chiusa.”

Vittoria che farà senza dubbio morale, e che soprattutto porta gli Warriors al record positivo di 7-6, valido per la settima posizione nella Western Conference.