Ripresa campionati, OMS: “Difficile il ritorno in campo a maggio”

118
Inter-Spal

Ripresa campionati – Negli ultimi giorni il dibattito sull’eventuale ripresa dei campionati si sta facendo sempre più intricato. Diverse le opinioni al riguardo e le prese di posizione non sono omogenee, questo infatti porta a bagarre verbali tra interviste e dichiarazioni al veleno con annesse frecciate tra le parti.

Queste le parole del direttore vicario OMS

Sul ritorno in campo, Ranieri Guerra direttore vicario OMS(organizzazione mondiale della sanità) è intervenuto ai microfoni del programma di LA7 ” Otto e mezzo”.

Se il calcio tornerà a maggio? Ci sono delle indicazioni che stiamo fornendo. Se i giocatori vengono sottoposti a test e valutazioni continue sulla suscettibilità alla malattia e vengono tenuti i distanziamenti necessari, che è difficile, è un’ipotesi. Ma è un’ipotesi che passa attraverso una serie di verifiche e mi sembra abbastanza difficile che vengano superate queste istanze. Il Comitato tecnico scientifico sta facendo una valutazione del rischio, non possiamo perdere il capitale umano per ragioni puramente economiche. Si sta cercando di valutare il rischio e quali siano gli strumenti per eliminarlo e le procedure per mettere in sicurezza il capitale umano, e non mi riferisco solo ai giocatori ma anche a tutti quelli che ruotano attorno al calcio. Credo che per quanto riguarda la grandi partite, con il grande pubblico, non sia il caso di pensarci neppure perché non abbiamo ancora raggiunto il punto nella curva epidemica per liberare le manifestazioni di massa. Per il ritorno agli allenamenti c’è un punto fondamentale che è la messa in sicurezza, che è possibile e ci stiamo lavorando, cerchiamo di dare delle indicazioni“.