Sarri: Noi al di sopra delle aspettative. La Juve è la squadra da battere

123
Maurizio Sarri

Sarri commenta la vittoria con il Benevento e la sfida a distanza con i bianconeri

Il Napoli vince 2 a 0 contro il Benevento grazie alle reti di Mertens e Hamsik e mantiene il primato in classifica. I partenopei, primi a 60 punti, stanno percorrendo un’annata strepitosa; e senza i bianconeri, avrebbero già messo una mano sullo scudetto. Sarri nel dopopartita, parla della Juventus e di ciò che sta facendo la sua squadra.

Juve fortissima. Noi una media impressionante

“La Juve è una squadra fortissima, ma lo è da sempre. In questo momento la Serie A è simile alla Bundesliga, ci sono 3-4 buone squadre e una squadra superiore a tutte. Noi siamo bravi a mantenere vivo il campionato, cosa che non sta succedendo in Germania. Il fatto sorprendente è che in alto ci siamo noi e non loro. Abbiamo fatto 60 punti in 23 partite, è una media punti impressionante per noi, la Juve sta viaggiando alla nostra stessa media ma loro ci sono abituati”.

Le polemiche tra De Laurentiis e Marotta non gli interessano

“Non ho sentito ne l’intervista del presidente, ne quello ha detto Marotta, e non mi interessa neanche. Non abbiamo pressioni perché stiamo facendo più di quello che la società si era prefissata; a luglio la sfida Scudetto era Juventus-Milan, secondo quello che dicevate voi giornalisti”

Due parole anche sulla partita e sull’infortunio di Mertens

“Il Benevento in questo momento in casa è una squadra viva, ha rinnovato la rosa con giocatori interessanti e abbiamo affrontato i sanniti con le giuste attenzioni. Loro sono molto meglio rispetto a quello che dice la classifica. Non era semplice, abbiamo faticato a entrare in partita poi abbiamo fatto 30 minuti di grande livello e ci siamo accontentati sullo 0-2. Mertens? Valutiamo domani, ha avuto una leggere distorsione ma non sembra nulla di grave”.