Serie A – Nei recuperi brillano Atalanta ed Inter; primo storico successo per lo Spezia

Ancora tanti goal; Atalanta ed Inter fanno sul serio

44

Serie A: tanti goal anche nei recuperi

La nuova serie A non si smentisce ed anche nel primo mercoledì infrasettimanale, dedicato ai recuperi della giornata inaugurale, registra un gran numero di goal, ben 14 in sole tre gare! Straordinaria l’Atalanta che ne fa quattro sul campo della Lazio bissando in pratica il successo ottenuto contro il Torino nel fine settimana scorso; benissimo anche l’Inter che si diverte a Benevento (ma onore ai giallorossi che non mollano fino alla fine), e storica vittoria per lo Spezia di Italiano che coglie al Friuli i primi tre punti della sua storia nel nostro massimo torneo nazionale.

Inter, macchina da goal; ma le “streghe” ci provano

La differenza tecnica in campo è stata evidente ed i padroni di casa si sono trovati da subito in difficoltà contro uno squadrone che poteva annoverare in panchina un’altra formazione in grado di surclassarla al pari di quella schierata dal primo minuto da Antonio Conte. Di fatto alla mezzora i nerazzurri erano già sopra di tre goal ed in pratica il risultato poteva considerarsi archiviato. Ciononostante gli uomini di Pippo Inzaghi si sono battuti fino al 90′ con ardore e coraggio dimostrando che in questa categoria ci possono stare e faranno di tutto per rimanerci. Da segnalare il primo goal in Serie A di Hakimi, una forza della natura devastante sulla fascia di pertinenza, e la doppietta per nulla banale di Caprari dall’altra parte.

Galabinov eroe “spezzino”; due goal che passeranno alla storia

Il centravanti bulgaro la Serie A l’aveva assaggiata con il Genoa, segnando anche tre goal, ma quello di ieri sarà per lui un pomeriggio da ricordare, per sempre. Grazie alla sua doppietta lo Spezia conquista infatti i primi tre storici punti nella massima serie e può legittimamente sperare quantomeno di battersi per una salvezza che i più le precludono a prescindere. Male l’Udinese di Gotti che non racimola nemmeno la miseria di un punto nelle prime due giornate nonostante abbia affrontato avversarie alla sua portata. Forse, con il mercato ancora aperto, sarebbe il caso di correre da subito ai ripari…

L’Atalanta fa paura e gela con quattro goal una Lazio imprecisa

L’Atalanta fa sul serio; 8 goal in due giornate giocate in trasferta, una forma fisica già invidiabile, trame offensive mandate a memoria ed una determinazione agonistica che fa il paio con una nuova consapevolezza di essere forte: che sia la Dea la nuova via per lo scudetto? Gomez, indiavolato e geniale sembra un ventenne, e gli esterni vanno a mille collezionando goal ed assist senza soluzione di continuità. Dall’altra parte c’è da dire che il risultato è comunque molto, troppo severo; la Lazio a tratti ha perfino giocato meglio della formazione nerazzurra ma è mancata nella finalizzazione mentre la squadra di Gasperini è riuscita a realizzare le sue occasioni con una percentuale vicinissima al 100%. L’impressione è quella di aver visto all’Olimpico una sfida tra due formazioni che diranno anche quest’anno la loro fino alla fine, sia pure su due livelli al momento non paritari; i biancocelesti dovranno migliorarsi, nella testa e nell’organico se vorranno tenere il ritmo necessario per restare in quota Champions, mentre gli orobici sembrano già pronti per spiccare il volo verso traguardi inaspettati. Note di merito per i marcatori nerazzurri e Sportiello da una parte, per Caicedo ed Acerbi dall’altra.