Sochi 2014: Innerhofer è argento. Zoeggler di bronzo

49

2014_Sochi_d_19

Giornata da ricordare per gli azzurri impegnati nelle Olimpiadi di Sochi. Una doppia gioia targata Christof Innerhofer e Armin Zoeggler, che rispettivamente nella discesa libera e nello slittino portano a casa un argento e un bronzo.

Partiamo dal discesista di Brunico, che si piazza al secondo posto a soli sei centesimi dal vincitore Matthyas Mayer, alla sua prima gioia in carriera. Una prova grandiosa quella di Innerhofer, che sceso col pettorale numero 20, parte benissimo salvo poi cedere alla strepistosa discesa del 23enne Mayer, che chiude in 2’06”23. Terzo posto in classifica per il norvegese Kjetil Jansrud, alla seconda medaglia olimpica dopo l’argento nel gigante di Vancouver.

Buona prova anche per Peter Fill (sceso col 14) che si piazza in settima posizione a 49 centesimi di scarto davanti ad un deludente Bode Miller, che dopo una prima parte di gara a tutta si perde e giunge ottavo. Finiscono appena fuori dai primi dieci Dominik Paris (11esimo) e Werner Heel (12esimo).

Ancora più grande l’impresa di Armin Zoeggler, che ha 40 anni suonati, conquista la sua sesta medaglia olimpica in altrettante edizioni dei giochi. Un bronzo pesante e che vale come l’oro considerando inarrivabili il tedesco Felix Loch, che si riconferma campione olimpico (3’27”526) e il russo Albert Demchenko (3’28”002). Zoeggler, partito terzo dopo la prima manche, ha chiuso sempre in terza posizione col tempo di 3’28”797. Tra gli altri azzurri in gara a Sochi, ottimo il sesto posto conquistato da Dominik Fischnaller, che ha chiuso la sua prova col tempo di 3’29”479., mentre è più indietro Emanuel Rieder, 19esimo in 3’30”945.