Tennis, Open Italia: Sonego il gladiatore si arrende solo a Djokovic

Sonego eccezionale, Nole lo esalta: "Lorenzo è stato più vicino di me alla vittoria"

62
Sonego
Foto tratta da twitter

Tennis, Open Italia: Novak Djokovic ha battuto Lorenzo Sonego per 6-3 6-7 6-2 . Il serbo affronterà Rafa Nadal in finale

Il riassunto degli Internazionali di Roma di Lorenzo Sonego: il torinese ha battuto un ex top-10 come Gael Monfils, due top-10 come Dominic Thiem e Andrey Rublev e ha giocato alla pari con il numero uno del mondo. Infatti solo Novak Djokovic è riuscito a battere Lorenzo Sonego. Nole vince con il punteggio di 6-3 6-7 (5) 6-2 in due ore e 44 minuti di gioco. Un match epico, in cui il torinese ha giocato al di là dei propri limiti, salvando due match point nel secondo set nella standing ovation del Centrale. Il serbo affronterà in finale Rafa Nadal, in un match classico e intramontabile.

Sonego Djokovic, le parole dopo il match

“Credo di aver reagito bene alla perdita del secondo set e allo 0-40 del primo game del terzo, sono anche stato fortunato a non trovarmi sotto di un break, forse le cose sarebbero state diverse”, ha detto Djokovic. “Avrei dovuto chiuderla in due, ma lui ha dimostrato perché ha raggiunto la semifinale, è un giocatore molto dinamico e contro cui è difficile giocare, anche perché aveva il pubblico con lui. La cosa più importante ora è recuperare per domani, non ho molto tempo e oggi ho giocato tanto. Anche Rafa ha avuto dei match duri, anche se forse a me è andata peggio con le interruzioni per pioggia. Comunque darò tutto”.

“Nello spogliatoio ci ha confessato di essere rimasto a corto di energie”, ha dichiarato Umberto Rianna, tecnico azzurro. Il tennista piemontese ha ricevuto i complimenti di Nole, il campione numero 1 al mondo, che dopo il match ha ammesso: “Lorenzo è stato più vicino di me alla vittoria, ma io sono riuscito a riportare la partita sulla mia strada, vincendo come piace a me. Sonego è stato bravissimo, ha lottato alla grande”. Ma lui resta umile: “Cambiare? Ma no, resto quello di sempre. I valori che mi ha insegnato la famiglia li porto sempre con me”.