Thohir è a Milano: “Vidic? Fatto al 90%. Hernanes l’uomo giusto”

124

Erick Thohir, poco dopo le 13.30, è arrivato all’aeroporto di Malpensa, pronto per alcuni giorni da dedicare totalmente alla sua Inter. Anche perché di lavoro da portare a termine ce n’è tanto: dall’assetto societario, in questo senso si vocifera dell’ingresso di un nuovo socio indonesiano, a quello tecnico che riguarda il presente e il futuro. “L’Inter? E’ un po’ sul saliscendi – ha detto velocemente Thohir intercettato dai giornalisti all’aeroporto -, ma ora le cose stanno andando meglio. Abbiamo fatto buoni punti nelle ultime gare – ha continuato l’indonesiano -, la difesa è più solida, l’attacco segna di più, squadra bilanciata. Hernanes? E’ l’uomo giusto – il commento sul nuovo acquisto brasiliano -, quello che ci serviva. Ma non voglio mettere pressione al team: dobbiamo sempre fare il massimo, ecco tutto”.

C’è il campo che fa sorridere, dunque, Thohir con le ultime due vittorie e soprattutto la convincente prestazione di Firenze ha rincuorato non poco il nuovo numero uno nerazzurro. Ma non c’è tempo per rilassarsi, perché il futuro chiama a gran voce: “Vidic? Non è un affare ancora concluso, siamo al 90% – le parole di Thohir -. E’ presto per dirlo”. Presto, ma il 90% indicato dall’indonesiano fa ben sperare e se tutto andasse per il meglio l’annuncio potrebbe essere già reso pubblico in questi giorni. Thohir è invece stato più cauto rispetto alle novità in merito all’assetto societario, “Nuovo partner? No, non è nei miei piani”, mentre ha parlato della rescissione del contratto di Branca: “Mi è dispiaciuto, l’ho ringraziato per il lavoro svolto – ha detto Thohir -, ma era giunto il momento di cambiare”.