Torino-Parma 1-2 Decidono il match le reti di Gervinho e Inglese

41

Il Parma sbanca Torino grazie alle reti di Gervinho e Inglese, Baselli accorcia le distanze per i Granata

 

Di Antonio Chiera

Torino, 10 novembre 2018

Si è giocata allo Stadio Olimpico Grande Torino la partita Torino – Parma gara valida per la dodicesima giornata di Serie A. Fischio d’inizio alle ore 15:00

Tabellino e commento di Torino – Parma

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

TORINO (3-5-2): Sirigu, Izzo, Nkoulou, Djidji, De Silvestri, Baselli, Rincon, Soriano, Aina, Falque, Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Ansaldi, Moretti, Bremer, Edera, Lukic, Parigini, Berenguer, Zaza, Damascan. Allenatore: Walter Mazzarri.

PARMA (4-3-3): Sepe, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Bastoni, Scozzarella, Grassi, Barillà, Gervinho, Inglese, Biabiany. A disposizione: Frattali, Bagheria, Gazzola, Gobbi, Sprocati, Deiola, Rigoni, Da Cruz, Ciciretti, Siligardi, Di Gaudio, Ceravolo. Allenatore: Roberto D’Aversa.

ARBITRO: Davide Massa, della sezione AIA di Imperia. Assistenti i signori Tasso e Tolfo, quarto ufficiale il signor Giua V.A.R. – il signor Chiffi, A.V.A.R. il signor Lo Cicero

Torino-Parma 1-2: tabellino 

MARCATORI: 8′ pt Gervinho (P), 24′ pt Inglese (P), 37′ pt Baselli (T)

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Djidji (2′ st Zaza); De Silvestri, Baselli (36′ st Parigini), Rincon, Aina; Soriano (12′ st Berenguer); Iago Falque, Belotti. Allenatore: Mazzarri

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Gagliolo, Bastoni; Grassi, Barillà, Scozzarella (32′ st Deiola); Gervinho, Inglese (24′ st Ceravolo), Biabiany (24′ st Gazzola). Allenatore: D’Aversa

NOTE: ammoniti Barillà, Sepe, Gagliolo, Deiola (P); Rincon, De Silvestri (T)

PRIMO TEMPO:
Un Torino inguardabile va sotto di due reti contro un ottimo Parma. I granata pagano sicuramente l’assenza di Meité, sostituito da Soriano praticamente invisibile in mezzo al campo, non si è visto proprio per dirla tutta. Mai entrato in partita, assente nel gioco, non ha mai aiutato i compagni di squadra in una giocata. Il toro paga sicuramente l’indecisione a inizio partita quando al minuto 8′, un rimpallo tra Djidjib e N’Koulou favorisce il l’ivoriano Gervinho che segna sul palo di Sirigu per  per il vantaggio degli ospiti. Al minuto 12′ c’è la reazione del Toro con un cross di Lorenzo De Silvestri per Belotti in aria parmense ma l’azione sfuma per un fuorigioco chiamato dal direttore di gara che peraltro non c’era. Mezz’ora quasi di gioco e la squadra di D’Aversa cambia atteggiamento in campo diventa più  aggressiva con il Torino che si sposta tutto in avanti ma non riesci a penetrare nelle maglie gialloblù. Al minuto 24 ancora  Parma: Inglese segna un gol meraviglioso. Tutto nasce da un cross di Gagliolo l’ex Napoli anticipa in aria Izzo e mette la sfera ancora una volta dove Sirigu non può arrivare. In questa prima mezz’ora di gioco sorprende come il toro è stato completamente diverso da quello visto contro la Sampdoria. Il Parma invece al minuto 30′ con Biabiany potrebbe portare a tre le reti di vantaggio. Grande però è stata la risposta di Sirigu che chiude la porta al giocatore ospite. Al minuto 36′ arriva finalmente la svolta dei granata con il gol di Daniele Baselli. La rete arriva dopo un batti e ribatti in aria Parmense dove il centrocampista granata scarica un tiro potente di destro che infila a fil di Palo. Si chiude così il primo tempo dove dopo un avvio scoppiettante dei ducali con il Gervinho e Inglese, avrebbe potuto mettere al tappeto la squadra di Mazzarri e chiudere poi la partita con Biabiany. Ed invece i granata dopo aver preso l’ennesimo pugno in faccia nei minuti iniziali, sul finire di primo tempo riaprono la partita

LA RIPRESA:
Mazzarri butta subito nella mischia Simone Zazà, si cerca il pareggio ed invece sono ancora gli ospiti ad avere la palla del terzo gol. Al minuto 54 traversa di Inglese su un contropiede magnifico del solito Gervinho che mette praticamente in difficoltà tutta la difesa del Toro ogni volta che si presenta con la palla tra i piedi nei pressi dell’area granata. Al minuto 57′ Mazzarri prova a sorprendere il collega D’Aversa mandando in un campo Berenguer al posto dello spento Soriano. Gli equilibri della partita comunque non cambiano. È il Parma che gioca e sfrutta in contropiede e frutta la velocità di Gervinho che sembra l’unico in grado in qualunque momento con i suoi scatti di poter accendere la gara. Al minuto 25′ anche d’Aversa fa le sue prime mosse togliendo Inglese e Biabiany per Ceravolo e Gazzola. Oggi è mancato il Torino che abbiamo visto contro la Sampdoria: non ci sono stati mai i rifornimenti per le punte, sono stati assistiti e male, sono mancati i tanti cross. La squadra di Mazzarri è sembrata meno brillante in manovra, sono state tante le imprecisioni e possiamo tranquillamente dire che è mancata la lucidità. Si chiude con il Parma che vince meritatamente a Torino contro i Granata e conquista tre punti importantissimi raggiunge i viola ed il Torino in classifica per una posizione probabilmente inaspettata ad inizio campionato ma meritatissima. Oggi Mazzarri probabilmente ha sbagliato la formazione iniziale, mandando in confusione quasi certamente anche i suoi giocatori stessi per averli in diverse occasioni spostati di ruolo, cambiando addirittura modulo tattico diverse volte. Migliore in campo certamente Sirigu che almeno in due occasioni ha salvato i granata in un passivo certamente più pesante.