Tour de France, quindicesima tappa: crollo di Bernal. Dominio sloveno. Highlights

70

Tour de France, la tappa di oggi

Oggi è caduto un gigante. Egan Bernal si è staccato dal gruppo alla partenza dell’ultima durissima salita sul Grand Colombier. Denti stretti e testa bassa: il colombiano aumenta in maniera spaventosa il distacco che già si era creato negli scorsi giorni. Diventa così ufficialmente il vincitore uscente del Tour e sancisce un importante passo falso della squadra che ha dominato gli ultimi anni. Prima il team Sky e poi l’Ineos hanno fatto incetta di vittorie, soprattutto in terra francese. Oggi però sono stati superati dal loro stesso modello. La Jumbo-Visma infatti si basa su un concetto identico: riempire il proprio organico di grande qualità. Roglic non è il solo che potrebbe ambire alla vittoria finale perché Dumoulin e van Aert sono quasi a pari livello. Eppure sono gregari di lusso, come Froome lo era per Wiggins, Thomas per Froome o Bernal nei confronti di Thomas. Tutte squadre che imponevano la propria forza sulla corsa, come ora sta facendo la Jumbo. Sull’ultima salita nessuno degli avversari riesce a scattare perché davanti ci sono quattro compagni di Roglic che permettono soltanto di restare a ruota. Alla fine lo sloveno è quasi costretto a partire per primo in modo da creare una piccola volata conclusiva. I protagonisti però sono appena due: gli amici e connazionali che stanno dominando il Tour. Sul traguardo ha la meglio Pogacar che riesce a rosicchiare quattro secondi al leader. L’alto ritmo non ha permesso ad attacchi decisi di partire, a cui bisogna aggiungere il particolare che uno dei maggiori indiziati per azioni del genere era Bernal (oggi con ben altri pensieri per la testa), oltre a Sergio Higuita, che però è stato costretto al ritiro dopo uno scontro con Jungels. Lo spettacolo comunque non è mancato perché pure Quintana ha perso molto. L’unico assente era il pubblico delle grandi occasioni, ma era giustificato. I contagi in Francia stanno aumentando a dismisura (più di diecimila al giorno) e quindi l’organizzazione del Tour ha deciso di non ammettere i tifosi in determinate zone indicate come ad alto rischio dal governo.

Tour de France, la sintesi della tappa

CLICCA QUI PER L’ULTIMO CHILOMETRO

Tour de France, la tappa di dopodomani