Una brutta Lazio cade in casa, all’Olimpico fa festa il Ludogorets (0-1)

126

Felipe Anderson

La Lazio torna in campo all’Olimpico, ospite il Ludogorets, obiettivo Europa League. Tutto facile? Sulla carta impegno non certo ostico per i ragazzi di Reja, la serata invece riserva brutte sorprese. A far festa sono infatti gli ospiti. Gara subito difficile per i biancocelesti di Reja, passano solo 7′ e il direttore di gara concede un rigore agli ospiti per un fallo di mano in area di Cana. Berisha diventa però protagonista bloccando un goffo cucchiaio di Dyakov. Ospiti ancora vicini al gol, è la traversa a dire di no a Marcelinho. Allo scadere della prima frazione i bulgari passano con Bezjak, a sorpresa Lazio in svantaggio.

Nella ripresa la Lazio prova a trovare il pari, occasionissima dopo pochi minuti. Felipe Anderson protagonista, il brasiliano prima colpisce il palo e poi si procura un calcio di rigore. Il brasiliano però fallisce l’appuntamento dagli 11 metri, il fantasista della Lazio si fa ipnotizzare dal portiere ospite Stoyanov, risultato che resta in favore del Ludogorets. Da segnalare il rosso a Dyakov e Cavanda. Intorno alla mezzora occasione per Candreva, il centrocampista va vicinissimo al pareggio ma sulla linea salva Espinho.  La Lazio costretta ad arrendersi, qualificazione in bilico, l’effetto Reja sembra esser già finito.