Verona-Inter 2-2: L’Hellas impone la legge del Bentegodi. Tabellino e highlights

42

Verona-Inter tabellino highlights : finisce 2-2

Per 2 minuti risuonano le note da brivido di Ennio Morricone prima di Verona-Inter. Poi, dopo il fischio di Irrati, passano altri 120 secondi e l’Hellas è già in vantaggio. Lazovic alla prima discesa sulla sinistra punta Skriniar, lo salta di netto e segna sul primo palo, lasciato troppo scoperto da Handanovic. I gialloblù impongono fin da subito la legge del Bentegodi, dove hanno conquistato 30 dei 45 punti in campionato. Il Verona può così impostare la partita come preferisce. Infatti, si abbassa, difende con tutti gli uomini e poi riparte in contropiede. La squadra di Juric si permette perfino di mettere in seria difficoltà l’Inter nei primi 20 minuti, con un pressing altissimo e organizzato. Nascono così altre 2 occasioni nitide per i padroni di casa. Al 18’ Veloso calcia dal limite e timbra il palo interno, mentre al 20’ Di Marco tira al volo mandando la palla di poco a lato. Un gol ed una grossa chance per il Verona che provengono dalle fasce, vero punto di forza della squadra. Di lì Juric fa passare sempre i suoi giocatori per allargare la compattezza dell’Inter. Conte invece tenta di affidarsi alle 2 punte schierate oggi, Sanchez e Lukaku, che però vengono costantemente marcate a uomo da Gunter e Kumbulla. Il giovane centrale albanese riesce a limitare bene il belga. Lukaku però non può essere azzerato e allora i nerazzurri, dopo diverse occasioni con Brozovic, Gagliardini e Sanchez, riescono a pareggiare la partita a inizio ripresa. Il numero 9 dell’Inter spalle alla porta copre la palla in area di rigore e si gira con velocità fulminea. Il palo respinge il tiro, ma ne approfitta il più lesto di tutti, Candreva, che la mette all’angolino. Il sentimento di incredulità deve aver colpito molti spettatori, perché il Verona sembrava impenetrabile. L’Inter però non smette mai di strabiliare e allora completa l’opera passando in vantaggio. Candreva è ancora il motore, questa volta con un cross. La deviazione di Di Marco è una sentenza per Silvestri, sorpreso sul suo palo da un tocco impronosticabile. I nerazzurri, prima e dopo i due gol, non si distinguono per il gioco e probabilmente non meritano neanche il pareggio. Però come a Parma, anche a Verona, gli uomini di Conte soffrono maledettamente, ma poi riescono con la forza della tecnica e della determinazione a sfruttare la minore lucidità degli avversari. A proposito di pareggio, lo segna Veloso al minuto 87. Viene servito da solo al limite dell’area, la stessa posizione da cui aveva graziato l’Inter nel primo tempo. Questa volta invece segna non lasciando a Handanovic neanche il tempo di tuffarsi. La concentrazione quindi non manca solo ai gialloblù, ma anche all’Inter che subisce la terza rimonta in 6 partite dalla ripresa.

Verona-Inter tabellino highlights

Marcatori: 2′ Lazovic, 86′ Veloso; 49′ Candreva, 55′ Di Marco (a)

Verona:(3-4-3) Silvestri, Kumbulla, Gunter, Rrahmani, Di Marco, Veloso, Amrabat, Faraoni, Stepinski, Lazovic, Pessina. A disposizione: Di Carmine, Adjapong, Empereur, Verre, Berardi, Radunovic, Lovato, Badu, Felippe, Terracciano. Allenatore: Ivan Juric

Inter:(3-4-1-2) Handanovic, Skriniar, de Vrij, Godin, Young, Gagliardini, Brozovic, Candreva, Borja Valero, Sanchez, Lukaku. A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Pirola, Asamoah, Agoume, Biragh, Esposito. Allenatore: Antonio Conte

Arbitro: Massimiliano Irrati

Ammoniti: 29′ Di Marco, 37′ Gunter, 45+2′ Amrabat; 45+2′ Borja Valero, 65′ Young

Espulsi:

I gol