Lazio, Tare vuole ridimensionare la rosa: la strategia  

Si prospetta una mini rivoluzione al termine della stagione. Tare pianifica il futuro della Lazio

131
Calciomercato Lazio Milan

In casa Lazio si sta progettando il futuro. Tra cessioni e acquisti ecco il piano che ha in mente Tare

La Lazio, a partire dalla prossima stagione, potrebbe andare incontro ad un rinnovamento della rosa. A riferirlo è cittaceleste. Tiene banco, in primis, la questione allenatore. Simone Inzaghi non ha ancora rinnovato il suo contratto che scade a giugno e questo indubbiamente fa riflettere e non poco. Però, a prescindere da questo, in casa biancoceleste si andrà incontro ad una mini-rivoluzione. Naturalmente, sarà molto importante capire il piazzamento finale della Lazio in campionato e quindi poi rinforzare la rosa in base a quello che potrebbe essere la competizione europea che si andrà a disputare. Con la Champions League i discorsi saranno sicuramente differenti rispetto all’Europa League; Lotito e Tare lo sanno considerando anche quanto visto in questa stagione. Dal portiere all’attacco, i biancocelesti sono pronti a rifondare la squadra a prescindere da chi si siederà sulla panchina biancoceleste.

Calciomercato Lazio, difesa da rivoluzionare. Sacrificio Milinkovic?

Partendo dalla questione portiere, Reina resterà un’altra stagione. Da capire, invece, quale sarà il futuro di Strakosha. L’albanese ha un contratto nel 2022, al momento non sembrano esserci margini per il rinnovo. Una decisione verrà presa in estate con il classe 1995 che potrebbe lasciare la Capitale per 20 milioni di euro. Capitolo difensori. Acerbi e Luiz Felipe sono vicini al rinnovo; il primo è il punto di riferimento di questa Lazio mentre il secondo gode di molta stima da parte della dirigenza. Il futuro di Radu è legato a quello di Inzaghi con il rumeno che potrebbe restare un altro anno con la permanenza dell’allenatore piacentino. Musacchio e Hoedt andranno via a fine stagione mentre in dubbio il futuro di Patric. Tare ha già bloccato Kamenovic ma il dirigente albanese sta studiando altre due mosse di mercato. A centrocampo è quasi certo il ritorno a Manchester di Pereira; i biancocelesti non investiranno 27 milioni di euro per un giocatore che finora non ha mai inciso. Il mercato, però, potrebbe ruotare intorno al solito tormentone Milinkovic-Savic. Il serbo piace ai top club europei ma Lotito, per la cessione, chiede almeno 80 milioni di euro. Per l’attacco c’è da capire quale sarà il futuro di Muriqi, nonostante il pesante investimento fatto dalla Lazio. Caicedo lascerà a fine stagione.