Italia, senti Mancini: “Dobbiamo giocare per attaccare e vincere. Su Balotelli…”

64

Roberto Mancini lancia l’Italia – Gli azzurri pronti per l’esordio in Nations League, il tecnico Roberto Mancini in conferenza stampa parla del momento della sua Italia, di Balotelli e degli obiettivi della nazionale.

LA CONFERENZA DI MANCINI

La formazione
“Ho già deciso la formazione, ma prima è meglio che la sappiano i giocatori…”.

Ancora a Bologna con l’Italia
“Quando ho esordito a 16 anni qui ero molto emozionato. Domani sarà la prima partita ufficiale con la Nazionale e sarà un’altra grande emozione”.

Criscito
“Sta un po’ meglio. Arriva da un problema che ha avuto un mese fa, ma è a posto fisicamente”.

Lo scarso minutaggio di Balotelli
“Mi preoccupano quelli che han giocato meno in questo inizio di stagione. Ma dopo solo tre giornate, quasi tutti non sono al 100%. Qualche cambio lo farò a seconda delle esigenze, ma è normale”.

Il modulo
“Finora i calciatori hanno giocato poche partite, chiaramente la condizione non è delle migliori. Non è importante il modulo, ma l’atteggiamento. Non c’è un modulo perfetto, con cui si vince sicuro. Sarebbe troppo bello se ci fosse. Ma, ripeto, non è importante il modulo, ma l’atteggiamento con cui la squadra va in campo”.

Nations League
“Credo che sia meglio giocare per i tre punti invece di fare amichevoli. Credo che possa servire soprattutto a noi, che abbiamo ragazzi giovani. COmunque sono calciatori che giocano nel campionato italiano e sono esperti. L’asticella si alza, perché ci sono in palio punti imporntati. Il nostro gruppo è formato da nazionali sulla carta più forti di noi. L’obiettivo però è vincere questo gruppo”.

Filosofia di gioco
“Dobbiamo giocare per attaccare e vincere. Speriamo di farlo più in fretta possibile, l’Italia non si è qualificata non facendo gol alla Svezia, alle volte capita di non segnare le occasioni”.

I punti in palio
“Dobbiamo cercare di far bene da subito. Dobbiamo fare il massimo, sapendo che non sarà facile perché siamo all’inizio e i giocatori han giocato poco. E’ un tornao che può darci delle soddisfazioni se ci mettiamo qualcosa in più”.