Milan, rinnovi: Calhanoglu quasi, incerto quello di Romagnoli

Il turco è vicino al rinnovo, mentre Romagnoli potrebe andare via

79
Calciomercato Milan Romagnoli
Alessio Romagnoli ph: Fornelli/Keypress

In casa Milan si continua a lavorare sulle questioni rinnovi. Vicino quello di Calhanoglu, in dubbio quello di Romagnoli

Come riferito da PianetaMilan, in queste ore ci sono stati passi in avanti per il rinnovo di Hakan Calhanoglu. Il portale rossonero ha sottolineato come sia difficile che il futuro del turco non sia a Milano. Ciò che accomuna le parti è la volontà di proseguire insieme e quindi questo agevola e non poco la trattativa. Secondo quanto riferito da Sky le prossime ora saranno decisive. Nella giornata di ieri Calhanoglu si è presentato a Casa Milan; con Maldini e Massara non sono stati fatti dei discorsi sulle cifre ma più di trovare una soluzione che possa accontentare tutti. Il turco ha sottolineato la volontà di restare. Ci sono tutti i presupposti per proseguire insieme e dopo mesi di trattative complicate le parti non sono mai state effettivamente così vicine.

Si ragiona sul futuro di Romagnoli

Dopo aver sistemato i rinnovi di Calhanoglu e soprattutto quello di Gigio Donnarumma, il Milan dovrà risolvere anche la questione legata a Alessio Romagnoli. Il capitano rossonero ha un contratto che scade nel 2022 e la sua situazione si è ribaltata nell’ultimo periodo. Il rinnovo sembrava essere cosa certa ma le prestazioni del classe 1995 sono state sempre più deludenti. Il suo futuro è strettamente legato a quello di Fikayo Tomori. Nella gara contro la Roma, l’inglese ha sorpreso e convinto tutti. Il classe 1997 è arrivato in prestito dal Chelsea e il Milan ha un diritto di riscatto che è fissato a 28 milioni di euro. Non una cifra bassa ma Tomori dimostra di avere ancora molti margini di miglioramento e questo spingerebbe il club rossonero a fare tutte le valutazioni. Non è da escludere che Maldini possa proporre uno scambio con Romagnoli che sbarcherebbe in Premier League per abbassare cosi le pretese economiche dei Blues. Tutto si deciderà al termine della stagione; l’ex Roma guadagna 3,5 milioni di euro netti a stagione e la richiesta per il rinnovo potrebbe aggirarsi vicino ai 6 milioni di euro. Una cifra importante che farà riflettere e non poco la dirigenza rossonera.