Calciomercato, Milan Rangnick è fatta. Avrà un doppio ruolo: i dettagli

126
Calciomercato Milan Rangnick

Calciomercato Milan Rangnick il progetto prende forma.

Siamo all’alba del nuovo progetto tecnico del Milan. Lo riporta, con dovizia di particolari, l’edizione oggi in edicola della Gazzetta dello Sport. E a guidarlo sarà Ralf Rangnick. “Per il tedesco in rossonero è ormai tutto fatto – sottolinea la rosea – la proprietà ha portato avanti la scelta che aveva individuato da tempo: sarà l’ex Lipsia a guidare la squadra del prossimo futuro. Sarà il pilota sia nelle scelte tecniche che in quelle dirigenziali: Rangnick sarà allenatore e direttore tecnico, binomio inedito nel calcio italiano. Da capire come sarà chiusa l’esperienza Pioli e soprattutto quale sarà il ruolo di Maldini. Rangnick firmerà un contratto triennale.

La smentita di rito

Come ovvio è arrivata la smentita del Milan: “Nessuna decisione tecnica è stata presa né verrà presa dal Milan prima della fine della stagione, e si conferma una volta di più massimo supporto e fiducia della dirigenza a Pioli e alla squadra, affermano da fonti del club rossonero. Ma in tutti gli ambienti del calciomercato l’accordo è dato per fatto.

Calciomercato Milan Rangnick: la carriera

Ralf Rangnick è nato a Backnang il 29 giugno 1958 è l’attuale responsabile dello sport e dello sviluppo calcistico del gruppo Red Bull (Lipsia, Salisburgo, New York RB, Red Bull Brasi e Bragantino). Inizia la carriera nella doppia veste di allenatore-giocatore in alcuni club dilettantistici tedeschi. Dopo essersi ritirato dall’attività agonistica nel 1988. Dal 1990 al 2011 ha allenato in sequenza: Stoccarda, Hannover 96, Schalke 04. Dopo un anno di stop nel 2011, dovuto a problemi personali, rientra nel mondo del calcio nel 2012, assumendo l’incarico di direttore sportivo delle due squadre del gruppo Red Bull, il Salisburgo e il RB Lipsia. All’inizio della stagione 2015-2016 diventa il nuovo tecnico del RB Lipsia, lasciando l’incarico di direttore sportivo del Salisburgo. Guida il club al secondo posto in Zweite Bundesliga, ottenendo la promozione. Alla fine del campionato si dimette, mantenendo il solo incarico di direttore sportivo. Nel 2018 torna sulla panchina del RB Lipsia, dove rimane per una sola stagione, chiusa al terzo posto in Bundesliga e con la sconfitta in finale di Coppa di Germania (3-0 contro il Bayern Monaco). Dalla stagione 2018-2019 assume l’attuale incarico.