Daniel Abt, una bravata che costa caro: sospeso dall’Audi

34

La bravata di Daniel Abt: l’Audi lo sospende

Daniel Abt l’ultima corsa virtuale – non corsa e, scusate il gioca di parole – non la scorderà tanto facilmente. L’Audi ha infatti deciso di sospendere il suo pilota dopo aver scoperto che il tedesco si era fatto sostituire nell’ultima virtual race. Adesso, il pilota rischia di vedere compromessa la sua intera carriera.

Non c’era alternativa. L’integrità, il rispetto e la trasparenza oltre al costante rispetto delle regole sono la priorità per noi” si legge nella nota pubblicata dalla casa automobilitisca.

La formula E continua … virtualmente

La Formula E ha continuato i suoi Gran Premi nonostante l’emergenza covid-19. Ovviamente i piloti non potendo scendere in pista si sfidavano al simulatore. Non solo prove però ma un vero e proprio campionato intitolato “Challenge At Home Unicef”. Nome da cui facilmente si intende lo scopo benefico di questa iniziativa.

Tra sospetti e confessioni

Sicuramente il simulatore non è il suo forte, o per lo meno così deve pensarla Daniel Abt. Eppure altri tentativi avevano dimostrato il contrario. Ma questa volta la sua scelta lo ha tradito, A gareggiare non era lui e a scoprirlo è stato proprio un suo rivale, Stoffel Vandoorne. “Sei davvero tu?” gli ha chiesto iniziando a far scaturire i subbi anche nei commentatori.

Ad avvalorare la tesi che “al volante” non ci fosse il tedesco anche la rapida disconnessione dal gioco non appena finita la corsa. A quel punto sono partiti i controlli e svelato l’arcano: a guidare non era Abt ma il simracer Lorenz Horzing.

Non poteva fare altro che confessare il 27enne tedesco che è stato squalificato dal campionato ed invitato a donare 10mila euro in beneficienza in segno di scuse. Una “multa” che lo stesso Daniel Abt si è subito detto disposto a pagare.