Il Bayern punta al triplete

224
Barcellona Bayern Monaco

La stagione 2019-20 era iniziata piuttosto male per il Bayern Monaco. La squadra regina di Germania dagli anni ’70 non sembrava disporre della serenità e dell’armonia assoluta per poter esercitare nuovamente il suo dominio dispotico in Bundesliga. L’inizio in campionato era stato piuttosto zoppicante, come dimostrava l’esonero del tecnico Nico Kovac il 3 novembre scorso, dopo la terribile sconfitta per 5 a 1 in casa dell’Eintracht Francoforte. L’arrivo in panchina di Hans-Dieter Flick, nonostante la vittoria immediata per 4 a 0 sul Borussia Dortmund, ha tardato a dare gli effetti sperati e il settimo posto in classifica in campionato a metà dicembre oscurava persino i buoni risultati ottenuti in Champions League. Da quel momento in poi, tuttavia, i bavaresi avrebbero rimontato con la consapevolezza della grande squadra che sa trasformare l’energia negativa in energia positiva, ottenendo 19 risultati utili consecutivi fino alla fine del campionato che avrebbe vinto nuovamente nonostante un inizio stentato.

I bavaresi, dunque, avrebbero pian piano ripreso il percorso trionfale che negli ultimi otto anni di Bundesliga li ha visti trionfare sette volte, arrivando così a conquistare il loro 30esimo titolo di sempre in patria. Nel frattempo, soprattutto dopo la vittoria per 0-3 a Stamford Bridge nel match di andata degli ottavi di finale di Champions, la squadra di Flick ha messo anche l’ipoteca sulla qualificazione alla Final Eight di Lisbona in programma ad agosto. Non a caso, nonostante ancora debba sancire il passaggio a questa fase finale, la squadra tedesca è una delle favorite alla vittoria della Champions secondo le migliori scommesse online in questo momento. Il tutto è dovuto alla sua grandissima compattezza e alla sua strepitosa potenza in attacco certificata dai 100 goal messi a segno in campionato. Il centravanti polacco Robert Lewandowski, autore di 34 reti e capocannoniere della Bundesliga appena conquistata, è in questo momento anche il grande indiziato ad imporsi nella conquista della Scarpa d’oro, ossia il trofeo dei grandi bomber europei. Accompagnato in attacco da due schegge come Kingsley Coman e Serge Gnabry, nonché dal sempreverde Muller, Lewandowski ha vissuto una delle sue migliori stagioni di sempre e si prepara così a guidare il Bayern anche alla possibile conquista della loro sesta coppa dei campioni di sempre.

L’ambizione dei bavaresi si riflette anche nella loro perseveranza a raggiungere qualsiasi obiettivo senza mai tirarsi indietro, come dimostra anche la conquista della Coppa di Germania, la 20esima della loro storia. Il trionfo per 4-2 sul Bayer Leverkusen è stato assoluto: nella finale di pochi giorni fa la squadra capitanata da Manuel Neuer si è imposta in modo netto fin dal primo momento, con due reti nella prima mezz’ora che hanno ipotecato il trionfo. Parliamo, insomma, di una corazzata matura e capace di puntare in maniera decisa al tanto agognato triplete, qualcosa che solamente il Barcellona e l’Inter sono state capaci di ottenere nell’era del calcio moderno. Una volta sbrigata la pratica Chelsea all’Allianz Arena, il Bayern andrà dunque alla caccia della Champions e del conseguente triplete, vantando il peso specifico del grande campione esperto in trionfi.