Inter, rebus portiere: Handanovic può rinnovare ma con tanti dubbi

151
LA GRINTA DI SAMIR HANDANOVIC ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Il prossimo 14 luglio il portiere sloveno compirà 37 anni e il suo contratto scade nel 2022. La società riflette, si pensa ad un’estensione del rapporto fino al 2023 ma i dubbi non mancano

Nell’edizione odierna di TuttoSport, il quotidiano torinese ha provato a fare il punto sul futuro di Samir Handanovic. Secondo quanto riferito, l’Inter sembra aver trovato un’ intesa con lo sloveno per difendere la porta nerazzurra fino al 2023. L’accordo non è stato ancora reso noto ma Handanovic, con molta probabilità, sarà il portiere dell’Inter per altre due stagioni.

Anche se è stato trovato un accordo, l’idea che possa ricoprire ancora il ruolo di primo portiere non è cosi scontato. Negli ultimi anni le sue prestazioni sono state altalenanti, performance molto spesso al di sotto della sufficienza. I dirigenti nerazzurri, infatti, nelle scorse sessioni di mercato hanno deciso di riportare a Milano Ionut Radu. Il giocatore non ha ancora visto il campo ma la crescita dell’ex numero uno del Genoa potrebbe anche far cambiare i piani della dirigenza. Il rumeno punta a superare nelle gerarchie Handanovic, con quest’ultimo che metterebbe poi a servizio tutta la sua esperienza facendolo cosi crescere ma con il ruolo di secondo. Occhio anche alla sorpresa Gabriel Brazao, portiere classe 2000 di proprietà acquistato dal Cruzeiro nel 2019.