Juve, questo Chiesa può portarti allo scudetto: nessuno come lui da maggio in poi

Una statistica non mente sulla grande condizione dell'esterno italiano

85
Federico Chiesa ph: Fornelli/Keypress

Le fortune della Juventus hanno un nome e un cognome: Federico Chiesa. L’ex Fiorentina è stata l’unica nota positiva nella clamorosa sconfitta di Reggio Emilia fornendo un assist sull’autogol di Vina e spedendo in rete il pallone del momentaneo 2-2. Chiesa sembra essere tornato alla condizione top di un paio di anni fa prima dell’infortunio e ora è diventato imprescindibile per Allegri.

I numeri parlano chiaro

Da maggio in poi l’esterno italiano ha partecipato in maniera attiva a otto gol (sei reti e due assist) in 10 presenze in Serie A. In questa statistica, nessun bianconero ha fatto meglio di lui nello stesso lasso di tempo. La dirigenza della Juve, però, deve stare attenta perché il fenomeno italiano piace molto in Premier, in particolar modo a Liverpool, Aston Villa e Newcastle. Giuntoli starebbe già pensando al rinnovo di Chiesa per evitare che il classe ’98 arrivi a un anno dalla scadenza e possa essere acquistato a prezzi vantaggiosi per i club esteri.

Matteo Capone
Matteo Capone, redattore di SportPaper.it e di Komunicare Editore, esperto di calcio italiano ed estero