NFL, le 30 migliori coppie della storia

Uno sguardo ai 30 migliori tandem quarterback-ricevitori della storia

78

Le 30 migliori coppie di quarterback-ricevitori della storia NFL

L’intesa tra i quarterback e i propri bersagli, ricevitori o tight end, è qualcosa di speciale, ci deve essere intesa, coordinazione e conoscenza perfetta dei mezzi tecnico fisici dell’altro, e soprattutto fiducia, sapere che si può affidare il destino della giocata, se non a volte dell’intera partita, all’altro senza rimanere delusi, perché il successo di uno dipende sempre dall’altro. Non sempre si riesce a trovare la giusta intesa, questo porta a tensioni e a scaricare la colpa sull’altro, ma quando si trova la giusta alchimia, succedono grandi cose, capaci di far emozionare milioni di spettatori, perché non c’è niente di più spettacolare di un lancio perfetto unito a un bel catch.

Vediamo dunque le 30 coppie di quarterback-ricevitori che più di tutti sono riusciti a lasciare un segno in questa lega:

30) Daryle Lamonica e Fred Biletnikoff

Lamonica approda ai Raiders nel 1967, risultando da subito devastante lanciando 30 touchdown, di cui 5 a Biletnikoff, che fece registrare 876 yard in sole 40 ricezioni, una media di 21,9 yard a catch, il migliore della lega in questa categoria. Il loro anno migliore però arriva nel 1969, entrambi vengono nominati All-Pro, Lamonica lancia 34 TD, Biletnikoff ne riceve 12, numeri ottimi anche per la NFL di oggi, per gli anni ’60 erano decisamente fuori dalla norma. Biletnikoff entra in Hall of Fame nel 1988, Lamonica ancora non c’è, ma può vantare di essere stato il primo grande quarterback della carriera di Fred.

29) Drew Brees e Michael Thomas 

Insieme per quattro stagioni e mezzo, perché nel 2020 Thomas è stato fermato da vari problemi fisici, questi due hanno fatto più che abbastanza per entrare in questa lista. Ogni anno le ricezioni di Thomas sono aumentate, partendo da 92 nella sua rookie season, 104 e 125 nei due anni seguenti, superando sempre le 1,100 yard, ma non contenti nel 2020 hanno voluto riscrivere i libri di storia, battendo il record di ricezioni in una singola stagione detenuto da Marvin Harrison, Thomas ha ricevuto 149 passaggi per oltre 1,700 yard e 9 touchdown. Unica pecca statistica non aver mai raggiunto la doppia cifra di touchdown, fermandosi tre volte a 9. Con il ritiro di Brees pochi mesi fa Thomas dovrà aiutare un altro passer a raggiungere numeri di un certo livello, anche se in questa stagione non metterà piede in campo per un problema alla caviglia che lo tormenta dal 2020.

28) Joe Theismann e Art Monk 

Uno dei motivi del grande successo di Washington negli anni ’80 è sicuramente l’accoppiata Theismann-Monk, insieme hanno vinto un Super Bowl nel 1982. La migliore stagione di Theismann è quella del 1983, nominato All-Pro lanciando 29 touchdown e oltre 3,700 yard, riportando i Redskins al Super Bowl, poi perso. L’anno migliore di Monk arriva la stagione seguente, quando comanda la NFL con 106 catch per 1,372 yard e 7 touchdown. Theismann si ritira nel 1985 in seguito al famoso quanto brutto infortunio alla gamba causato da Lawrence Taylor, Monk andrà avanti nella sua carriera che gli farà guadagnare l’accesso alla Hall of Fame nel 2008.

27) Bob Griese e Paul Warfield

La coppia dei leggendari Dolphins di inizio anni ’70 non poteva mancare in questa lista, Warfield è stato sempre un Pro Bowler dal ’70 al ’74, segnando più volte 11 touchdown. Nel ’71 vengono nominati entrambi All-Pro con 19 touchdown per Griese, 11 a Warfield. In una squadra forte nelle corse come quei Dolphins, loro due erano quello che serviva per renderli infermabili.

26) Rich Gannon e Tim Brown

Entrambi ultra trentenni quando arrivarono ai Raiders, riuscirono a trovare l’elisir della giovinezza e mettere insieme quattro stagioni di assoluto livello tra il ’99 e il 2002, arrivando anche al Super Bowl nell’ultimo anno. Gannon lancia sempre più di 3,400 yard e, tranne il primo anno dove si ferma a 24, supera sempre i 25 touchdown, il suo picco arriva nel 2002 con 4,689 yard e 26 TD. Brown è sempre protagonista di molti catch, andando spesso anche al Pro Bowl, finendo poi per entrare nella Hall of Fame nel 2015, anche grazie all’aiuto di Gannon, che lo ha fatto ringiovanire.

25) Joe Namath e Don Meynard

Tutto quello che i Jets degli anni ’60 sono riusciti a fare, lo devono in gran parte a loro due. Oltre a mettere da parte grandi numeri, furono protagonisti di un evento fondamentale per la fusione e la creazione della NFL nel 1970, la vittoria del Super Bowl nel 1968 contro i Baltimore Colts, considerato un momento chiave nell’unione tra AFL e NFL, importante fu l’influenza di Namath, uno dei giocatori più importanti del periodo. Sul campo Namath riuscì a superare le 4,000 yard nella stagione 1967 con 26 touchdown, Maynard quell’anno fece 10 touchdown e 1,500 yard, ma il suo meglio lo fece nel ’65 con 14 touchdown.

24) Ken Stabler e Cliff Branch 

Coppia dominante per i Raiders tra il 1974 e 1976, nel ’74 entrambi sono All-Pro, Stabler lancia 26 touchdown, la metà a Branch, che comanda la lega in yard con 1,100. Il loro anno migliore arriva però nel 1976, entrambi sono leader in touchdown, 27 per Stabler e 12 per Branch. I due aiuteranno i Raiders a vincere un Super Bowl l’anno dopo, poi Branch ne vincerà altri due ma con squadre diverse e senza il suo iconico compagno, che si è invece guadagnato l’ingresso in Hall of Fame solo nel 2016, deve ancora attendere invece Cliff Branch.

23) Warren Moon e Cris Carter

Hanno giocato insieme solo due stagioni praticamente, 1994 e 1995, ma hanno messo a referto numeri incredibili, soprattutto perché si trattava delle prime stagioni insieme. Nell’arco di quei due anni Moon ha lanciato oltre 8,000 yard (4,000  a stagione) e 51 touchdown, 33 il secondo anno, Carter ha ricevuto 122 passaggi sia nella prima che nella seconda stagione, per un totale di 244, nel primo anno ha segnato 7 TD, nel secondo 17, per un totale di 24. Una connessione breve ma spettacolare, se solo i Vikings avessero avuto una squadra intorno a questi due…

22) Terry Bradshaw e Lynn Swann

Non hanno mai fatto numeri fuori di testa, ma la loro forza era quella di essere decisivi a gennaio, ai playoff per intenderci. Con loro gli Steelers hanno vinto 4 Super Bowl negli anni ’70, Swann ha fatto due dei catch più importanti nella storia del Super Bowl nella decima edizione. Entrambi diventavano grandi nelle grandi partite, una qualità non da poco, che fa spesso la differenza tra vincenti e non, e loro qualche trofeo possono vantarlo.

21) Kurt Warner e Issac Bruce 

I protagonisti di un attacco, quello dei St. Louis Rams, definito “The greatest show on turf” per la sua esplosività. Tutto inizia con l’infortunio di Trent Green, dal nulla compare Kurt Warner che colpirà la lega come un uragano, segnando 41 touchdown alla sua prima stagione, il suo bersaglio preferito risulta essere Bruce, che riceve 12 touchdown quella stagione con 1,165 yard. Per tre anni i Rams restano il migliore attacco della lega, fino alla sconfitta al Super Bowl contro i Patriots al termine della stagione 2001. Warner e Bruce mantengono numeri altissimi, nel 2000 Bruce supera le 1,400 yard con 87 ricezioni, un suo record, mentre Warner comanda per numero di touchdown nel 2001 con 36, di cui 6 al suo ricevitore preferito.

20) Daunte Culpepper e Randy Moss

Una coppia che avrebbe potuto essere molto più avanti se avesse ottenuto successo ai playoff o fosse rimasta insieme più a lungo, sfortunatamente non è andata così, ma la loro connessione era uno dei motivi per cui milioni di americani accendevano la tv ogni domenica. Dal 2000 al 2004 insieme hanno realizzato 62 touchdown, il primo è stato uno dei loro migliori anni, con Culpepper che ha lanciato 33 TD e Moss che ne ha ricevuti 15, guadagnandosi entrambi la chiamata al Pro Bowl. Altro ottimo anno fu il 2003, ma dopo il 2004 Moss andò a Oakland e due anni dopo anche Culpepper lasciò i Vikings.

19) Brett Favre e Sterling Sharpe

Solo tre anni insieme, ma tanto è bastato a renderli una delle coppie più devastanti degli anni ’90 e di sempre, a mettere fine alla carriera di Sharpe ci ha pensato un brutto infortunio dopo la stagione 1994. I numeri sono altissimi, Sharpe è stato primo in ricezione nella lega per le stagioni ’92 e ’93, nel ’92 ha ricevuto 13 TD, addirittura 18 nel 2004, la sua ultima stagione. Una coppia dall’altissimo potenziale, che avrebbe potuto far vincere anche più di un Super Bowl ai Packers.

18) Drew Brees e Marques Colston

Nella lunga carriera di Drew Brees, il ricevitore a cui ha lanciato più touchdown è Marques Colston, arrivati insieme a New Orleans, Brees come free agent e Colston come scelta del settimo giro, sono riusciti a ridare entusiasmo a una città che ne aveva molto bisogno in quel periodo. La stagione 2007 ha visto Colston protagonista di 1,200 yard e 11 touchdown, nel 2009 i Saints sono riusciti anche a vincere il Super Bowl con 9 touchdown di Colston in stagione, che però, incomprensibilmente, non è mai stato chiamato al Pro Bowl, ma ha saputo comunque entrare nella storia e nei cuori di una città.

17) Aaron Rodgers e Jordy Nelson

La decima coppia più prolifica in termini di touchdown nella storia della NFL, Rodgers e Nelson hanno trovato la Endzone ben 70 volte in carriera tra playoff e regular season. Rodgers ha avuto ottimi compagni durante la sua carriera, in questo momento con Adams ha un’intesa che facilmente li porterà all’interno di questa lista in futuro, ma con Nelson aveva un rapporto speciale, negli ultimi dieci anni i risultati sono stati incredibili. Nelson ha segnato più di tutti i ricevitori nel 2016 con 14 touchdown, nel 2014, quando Rodgers vinse il titolo di MVP, ne fece 13 con 98 ricezioni. Il loro successo più grande però è stato il Super Bowl del 2010, anche se Nelson non era ancora così determinante, ma stava già preparando il terreno per i successi del futuro.

16) Philip Rivers e Antonio Gates

Il primo Tight End in questa speciale lista è Antonio Gates, che ha accompagnato Rivers per molti anni dal 2006, anno in cui Rivers divenne titolare. Nella prima stagione hanno trovato la end zone ben 9 volte, con Gates nominato All-Pro e Rivers al Pro Bowl, in quella che è stata la migliore regular season nella storia dei Chargers, con un punteggio di 14-2. La loro migliore stagione arriva nel 2014 con 12 touchdown, i Chargers però mancano i playoff nonostante un record di 9-7. Ritirati da poco entrambi, dovremo aspettare per sapere se verranno ammessi nella Hall of Fame oppure no, considerando anche che non sono mai arrivati molto lontani ai playoff.

15) Jim Kelly e Andre Reed

Questi due hanno reso i Buffalo Bills una delle squadre più forti degli anni ’90, portandoli al Super Bowl per quattro anni di fila, senza mai però riuscire a vincerne uno. Non avranno un anello, ma la loro connessione non si può dimenticare, insieme hanno segnato 71 touchdown tra regular season e playoff, questo gli ha permesso di dominare per mezzo decennio fino a entrare nella Hall of Fame.

14) Matthew Stafford e Calvin Johnson

Una delle più grandi domande nella storia della NFL è cosa avrebbero fatto questi due se non fossero stati ai Lions, o se Calvin Johnson non si fosse ritirato così presto. Questo perché il potenziale di Johnson, detto Megatron per gli impressionanti mezzi fisici, era davvero illimitato, sembrava poter battere una difesa intera da solo semplicemente saltandogli in testa. La risposta a quelle domande non la sapremo mai, o meglio, Stafford lo stiamo vedendo in azione con i Rams, ma Megatron nel 2015 ha appeso gli scarpini al chiodo, lasciando a tutti l’amaro in bocca perché troppo avventata come decisione dopo nove stagioni, era troppo giovane e troppo performante per mollare, ma i problemi fisici l’hanno spinto a farsi da parte. I loro highlights sono tra i più visti di sempre, con Stafford che fa volare il pallone 50 yard in aria e Calvin Johnson che salta in testa a gruppi di 2 o 3 difensori intenti a fermarlo. Nel 2012 Megatron ha battuto il record di yard ricevute in una stagione, totalizzandone 1,964. La sfortuna è stata quella di essere in una squadra incapace di vincere, con cui sono andati ai playoff solo due volte in sette anni, uscendo subito. Nel 2021 Calvin Johnson è stato introdotto nella Hall of Fame, a dimostrare quanto nonostante una carriera non molto lunga sia stato assolutamente dominante.

13) Matt Ryan e Julio Jones 

Spesso paragonati alla coppia appena sopra, Ryan e Jones sono stati fantastici nelle 10 stagioni insieme dal 2011 fino alla trade di qualche mese fa, con cui Julio è passato ai Titans. Fin dal primo anno Jones è stato una macchina da yard, grazie alla sua velocità e la potenza fisica, ha fatto invece più fatica a trovare la end zone di quanto non si pensi vedendo il suo fisico. Nei tre anni dal 2014 al 2016, ha collezionato 4,800 yard, una media di 1,600, con 20 touchdown, una media inferiore ai 7 a stagione. Nonostante questo Julio è considerato uno dei ricevitori più forti dell’ultimo decennio se non della storia, questo anche grazie alla straordinaria intesa con Matt Ryan. Nel 2016 i Falcons sono arrivati al Super Bowl, non riuscendo però a battere i Patriots nonostante il vantaggio acquisito nel primo tempo, sarebbe stato il modo perfetto per coronare due splendide carriere.

12) John Hadl e Lance Alworth

Quando la AFL ancora non era unita con la NFL, questi due si divertivano a dominare le statistiche di lancio con la maglia dei Chargers, con cui hanno anche vinto un titolo. Lo stile di gioco della AFL era più incline ai lanci, Hadl e Alworth erano la coppia più popolare d’America, contribuendo a rendere più popolari i lanci. Alworth vanta un lustro da All-Pro, comandando la AFL per ricezioni, yard e touchdown in tre occasioni per ciascuna statistica, guadagnandosi così l’accesso alla Hall of Fame nel 1978.

11) Dan Marino e Mark Clayton

Una coppia capace di rompere diversi record e rendere l’attacco di Miami il più esplosivo della lega negli anni ’80. Nel 1984 Marino batte il record di yard e touchdown in un anno con 48, 18 dei quali a Clayton, anche quello un record a suo tempo. Nel 1988 Clayton vince ancora la corona per TD segnati con 14, mentre Marino lancia più yard di tutti. Le stagioni migliori di uno corrispondono a quelle dell’altro, per questo sono stati una grande coppia, anche senza mai vincere un anello.

10) Johnny Unitas e Raymond Berry 

Due Hall of Famers che hanno rivoluzionato il gioco negli anni ’50 e ’60, la loro presenza garantiva ai Colts il successo, quando i Colts vincevano, loro c’erano ed erano lì a guidarli, come nel caso del Championship game del ’58. Berry ha comandato per numero di ricezioni dal ’58 al ’60, con Unitas che vinceva riconoscimenti personali quasi ogni anno.

9) Tom Brady e Randy Moss

Solo tre anni insieme, ma tra questi c’è l’anno più incredibile di tutti: nel 2007, dove i Patriots finirono imbattuti, ma non riuscirono a vincere il Super Bowl contro i Giants, Brady ha registrato il momentaneo record di touchdown lanciati in una stagione con 50, Moss nel frattempo ha stabilito il record ancora attivo di TD ricevuti con 23, un record veramente difficile da battere. Questo dovrebbe bastare a far capire quanto fossero dominanti, nonostante non siano riusciti a vincere il Superbowl, sulla carta non c’erano dubbi, ma in pratica si son dimostrati una delle coppie più distruttive nella storia, non sono più in alto nella classifica solo perché c’è chi ha vinto di più o coppie rimaste unite più a lungo.

8) Ben Roethlisberger e Antonio Brown

Dal 2013 al 2018 Big Ben e AB hanno compiuto forse la miglior serie di stagioni nella storia a livello statistico. Brown ha fatto oltre 100 ricezioni in sei stagioni diverse, la stagione del 2017 è forse una delle migliori della storia, 136 catch per 1,834 yard e 10 touchdown, nel frattempo Ben ha vinto due volte la classifica per yard lanciate, cosa che non aveva mai fatto prima dell’arrivo di Brown nel 2010. In totale contano 74 touchdown insieme, non avranno vinto un Super Bowl, ma sono stati senza dubbio dominanti per tutto il decennio.

7) Peyton Manning e Reggie Wayne

Non sono l’unica coppia dei Colts di quegli anni e non sono quella maggiormente celebrata, ma Manning e Wayne hanno messo insieme dei numeri davvero impressionanti. Nel 2004 Manning lancia 49 TD, 12 li riceve Wayne con più di 1,200 yard e 77 catch. Nel 2006, anno in cui hanno vinto il Super Bowl, Wayne fa più yard di tutti, 1,510 a cui aggiunge 10 TD. In totale, compresi i playoff, i touchdown ammontano a 76, considerando che allo stesso tempo in campo c’era un altro ricevitore storico come Marvin Harrison, non risulta difficile capire perché siano così in alto nella lista.

6) Troy Aikman e Michael Irvin

Negli anni ’90 i Cowboys vinsero tre Super Bowl, in gran parte per merito di Emmit Smith, ma una grossa mano la diedero anche Aikman e Irvin. Nel 1991 Irvin realizza 1,523 yard in 93 ricezioni, l’anno seguente sfiora le 1,400 e i Cowboys vincono il primo SB, mentre Aikman va al Pro Bowl in entrambe le occasioni. nel ’93 si ripetono, altro anello e tutti e due vanno al Pro Bowl con le 88 ricezioni e 7 TD di Irvin. Per il ricevitore la stagione migliore arriva nel 1995 con 111 catch, 1,603 yard e 10 TD, terminando il tutto con un altro anello, il terzo, quello che li ha ufficialmente consacrati come una dinastia. Adesso entrambi si trovano nella Hall of Fame.

5) Roger Staubach e Drew Pearson

Altro storico duo dei Dallas Cowboys, ma stavolta degli anni ’70, periodo in cui Dallas è diventato “America’s Team”. Sono stati i primi a realizzare un “Hail Mary” o almeno a loro si deve il nome per questa giocata, che consiste in un lancio lungo e disperato in end zone, quando manca poco tempo alla fine. Pearson è stato All-Pro nel 1974, 1976 e 1977, facendo più yard di tutti. Staubach è andato a cinque Pro Bowl di fila in quel periodo, nel 1977 sono anche riusciti a portarsi a casa il Super Bowl. Tutti e due si trovano nella Hall of Fame, con Pearson che ha ricevuto la chiamata solo quest’anno dopo una lunghissima attesa.

4) Steve Young e Jerry Rice

Chiunque lanciasse a Jerry Rice doveva ritenersi fortunato, da molti è considerato il miglior ricevitore di tutti i tempi e i numeri non fanno altro che confermarlo. L’inizio di Steve Young con i tifosi non è stato facile, era considerato responsabile di aver fatto mandar via Joe Montana, il quarterback che aveva guidato i 49ers a quattro titoli e il preferito della folla. Ci volle poco perché Young venisse accettato, nelle prime tre stagioni fu sempre il primo per TD lanciati, molti dei quali finivano nelle braccia di Rice. Nel 1994 compiono il loro capolavoro: Young lancia 35 TD e vince l’MVP, Rice finisce primo in yard e i 49ers vincono il loro quinto titolo in 15 anni. Alla fine i touchdown complessivi per i due saranno 92, validi per il terzo gradino del podio di tutti i tempi, con Young che si è assicurato due MVP e Rice che ha continuato a scrivere la storia.

3) Tom Brady e Rob Gronkowski 

Se vi sorprende vedere un tight end così alto nella lista, evidentemente non avete mai visto Gronk nella sua massima potenza. Caratterialmente diversissimi, ma in qualche modo il loro rapporto ha funzionato fin da subito, sia in campo che fuori, dove sono amici per la pelle e continuano a divertirsi mentre cercano di vincere il quinto Super Bowl insieme. Fin dal primo anno Brady riesce a trovare Gronk in end zone, segnando 10 touchdown, al secondo anno le segnature aumentano a 17, più di tutti, e la potenza di Gronk viene espressa al massimo. Complessivamente hanno segnato 102 touchdown e puntano al record assoluto di 114, inoltre detengono il record di TD ai playoff con 14, hanno superato Montana e Rice che erano fermi a 12. Una carriera incredibile, arricchita da 4 anelli e che ancora può aggiungere qualche numero alle statistiche, magari puntando alla cima di questa classifica.

2) Peyton Manning e Marvin Harrison

La coppia con più touchdown di sempre, 114 per l’esattezza, Peyton Manning e Marvin Harrison hanno scritto pagine di storia di questo sport. Harrison è stato il ricevitore a cui Manning ha lanciato di più, tanto che nel 2002 Harrison aveva stabilito il record di ricezioni in un anno a 143, con 1,722 yard, poi battuto da Thomas nel 2019. Quando nel 2004 Manning riuscì a battere Marino lanciando 49 touchdown, 15 li prese proprio Harrison, che andava al Pro Bowl ormai ogni anno. Nel 2006 vinsero il titolo, assicurandosi la gloria e lasciando un segno indelebile, che li guiderà nell’olimpo della Hall of Fame.

1) Joe Montana e Jerry Rice 

Tre Super Bowl, 12 touchdown ai playoff, record imbattuto fino al 2020, e tanti record personali, se i 49ers sono stati la squadra del decennio negli anni ’80 lo devono soprattutto a loro. Montana aveva già vinto un titolo grazie alla West Coast offense di Bill Walsh, ma l’arrivo di Rice ha svoltato la sua carriera, i due insieme sembravano infermabili, Rice vanta probabilmente la miglior carriera di un non-quarterback nella storia della NFL, in un epoca in cui i lanci non erano neanche così diffusi, ma proprio grazie alla sua abilità e quella di Montana la rivoluzione è arrivata a compimento. Oltre ai numeri, che da soli basterebbero, a testimoniare la loro grandezza ci sono i video, nessuno riusciva a liberarsi e segnare come faceva Rice, era davvero un giocatore mai visto prima, sia per qualità che per risultati ottenuti, con Montana costituisce la miglior coppia di sempre.