Calcio, Serie A: il Verona vince in rimonta con il Parma

157
Verona Juventus
Antonin Barak ph: Fornelli/Keypress

Calcio, Serie A: Dimarco e Barak mandano in paradiso Juric. Il Verona batte il Parma 2-1 e sale al nono posto in classifica.

Il Verona vince con il Parma e sale al nono posto in classifica, ritrovando la vittoria dopo due sconfitte consecutive. I ducali interrompono il digiuno da gol, ma non la serie di sconfitte. Quattro di fila, nove nelle ultime dieci.

Al 8’ il Parma sblocca subito la partita col rigore di Kucka, assegnato dal Var dopo fallo di Silvestri su Karamoh. 5 minuti dopo il Verona pareggia i conti. La reazione dell’Hellas è travolgente. Su un tiro di un ispirato Dimarco, il pericolo numero uno nel Verona, Grassi tenta di salvare ma fa autorete. Il terzino milanese, al minuto 16 della ripresa, serve Barak (terzo assist del giocatore di proprietà dell’Inter) per completare la rimonta e segnare la rete n. 1000 del Verona nella massima serie.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Cetin, Gunter, Lovato; Lazovic, Tameze, Ilic (90’+3 Veloso), Dimarco (83′ Magnani); Barak, Colley (51′ Bessa); Lasagna. All. Juric

PARMA (4-3-3): Sepe; Conti (88′ Man), Bani, Osorio (69′ Gi. Pezzella), Gagliolo; Kucka, Grassi (57′ Sohm), Kurtic; Karamoh (69′ Mihaila), Cornelius (57′ Zirkzee), Gervinho. All. D’Aversa

Verona, le parole di Juric

Ivan Juric, allenatore dell’Hellas Verona, ha parlato coì dopo la partita con il Parma: “Giocare così dopo aver preso gol non era facile, ma penso che abbiamo fatto una bella partita. Sono stracontento di stasera. Dimarco? Abbiamo corso bene, non li abbiamo fatti mai giocare, abbiamo sofferto poco contro attaccanti fortissimi e dominato per larghi tratti”.

Parma, le parole di D’Aversa

In conferenza stampa post-gara, Roberto D’Aversa ha parlato così dopo la gara persa con l’Hellas Verona: “Siamo partiti bene, la squadra stava interpretando bene la gara. Poi ci siamo fatti gol da soli, e dopo il vantaggio abbiamo subito tre o quattro cross. È impensabile: questo è un aspetto psicologico che dipende anche dalla posizione di classifica, dal fatto che si perda un po’ l’autostima. Questo aspetto non ce lo possiamo permettere, bisogna andare in campo per cercare di portare a casa il risultato a tutti i costi, indipendentemente dalle qualità del Verona”.