Juventus, riscattato McKennie. Torna di moda Jorginho

I bianconeri mettono nel mirino Locatelli e Jorginho per il ruolo di regista basso

141
McKennie
Weston McKennie ( Foto Fornelli/KeyPress )

In casa Juventus si continua a pianificare il futuro. Per il centrocampo in pole ci sono Locatelli e Jorginho.

Nonostante una stagione non brillantissima, la Juventus è al terzo posto, a -4 dal Milan con i bianconeri che hanno anche una gara in meno. Oltre alle evidenti difficoltà avute in fase realizzativa, la squadra di Andrea Pirlo ha palesato problemi anche a centrocampo. Nello specifico nel ruolo di regista con Bentancur che non ha entusiasmato e con Ramsey e Arthur spesso alla prese con i continui infortuni. Ecco perché la dirigenza bianconera sa che deve intervenire nel prossimo mercato per rinforzare la mediana. Bisogna colmare una lacuna molto importante e soprattutto in una zona fondamentale per gli equilibri tattici. Intanto, considerando le ottime prestazione di Weston McKennie, nella giornata di ieri Fabio Paratici ha finalizzato il riscatto dell’americano. Nelle casse dello Schalke 04 entreranno 18,5 milioni di euro.

Calciomercato Juventus, Locatelli e Jorginho nel mirino con McKennie

Sistemata la situazione McKennie, la Juventus adesso deve trovare un regista che possa dare continuità e geometrie. Secondo quanto riferito da TuttoSport, i bianconeri hanno messo nel mirino due potenziali rinforzi: Manuel Locatelli del Sassuolo e Jorginho del Chelsea. Non sono nomi nuovi; infatti i due centrocampisti sono stati spesso accostati ai bianconeri. Adesso, però, l’esigenza è cresciuta e quindi si fa sempre più insiste il bisogno di prendere giocatori come Locatelli e Jorginho che possono ricoprire il ruolo di mediano. Rispetto a qualche mese fa, il prezzo del cartellino di Locatelli non è cresciuto in maniera esponenziale. La Juve segue l’ex Milan dall’estate scorsa e non ha mai mollato la presa. Si tratta di un giocatore forte e soprattutto giovane. Anche Jorginho è seguito da tempo, il tentativo di portarlo a Torino c’è stato quando sulla panchina bianconera c’era Maurizio Sarri. Al momento questi sono i profili che interessano maggiormente alla dirigenza bianconera, l’aspetto chiaro e sicuro che alla Juve occorre un giocatore che abbia queste qualità.