Calciomercato Juventus, rinnovo o cessione: il piano di Cherubini

232
Andrea Agnelli ph: Fornelli/Keypress

Il futuro di Bernardeschi alla Juventus

Federico Bernardeschi è alla Juve da ormai cinque anni e, se è arrivato in bianconero convinto di poter essere il nuovo numero 10, le sue aspettative – e quelle della società – sono state deluse. 

Arrivato alla Juventus con un affare da 40 milioni alla Fiorentina, dopo un biennio positivo con Max Allegri è iniziato il declino – che non può spiegarsi solo dal punto di vista tecnico.  

Poco più di un anno fa Bernardeschi ha cambiato agente, ora è Mino Raiola a curare i suoi interessi, e se fino ad oggi la volontà del giocatore era quella di restare in bianconero adesso deve fare i conti con un contratto in scadenza. 

Il contratto di Bernardeschi pesa per la società bianconera anche economicamente, il giocatore infatti percepisce 4 milioni l’anno – cifra importante se si considera anche il progetto di ridimensionamento dei costi dei bianconeri. 

Rinnovo o cessione? Le condizioni della Juve

La Juventus non esclude un rinnovo per Bernardeschi – che in questa stagione sembra aver ritrovato continuità ed essere rilanciato in attacco al fianco di Chiesa- ma dato il rendimento degli ultimi anni e il ridimensionamento delle spese, la società pone le sue condizioni. 

L’ingaggio sarebbe quasi dimezzato, arrivando a 2,5 milioni netti (3 milioni considerando i bonus). Se Bernardeschi dovesse accettare sarebbe per fedeltà e amore verso la squadra, ma anche una presa di coscienza delle ultime stagioni che ha giocato. 

L’offerta da parte del club non è ancora partita ma Bernardeschi non sembra particolarmente convinto ad accettare un simile ridimensionamento. Potrebbe prendere tempo e aspettare altre offerte, magari anche da club di un campionato estero. 

La Juve è invece più impaziente, il rinnovo di Bernardeschi infatti potrebbe cambiare le sorti del mercato. Non è escluso lo scambio con Romagnoli – scambio di cui già si parlava mesi fa – che potrebbe portare Bernardeschi al Milan (seppur i rossoneri siano ancora molto titubanti in merito a qualsiasi ipotesi di mercato che coinvolga Raiola).