Coronavirus Rugby, la Pro14 sospesa per l’evoluzione del Covid-19

26
Guinness Pro14 Ripartenza

Coronavirus Rugby, la Pro14 sospesa

Coronavirus Rugby Pro14 | La stagione corrente di Guinness Pro14 è stata sospesa in risposta all’evoluzione del diffondersi di COVID-19. PRO14 è una manifestazione internazionale, i viaggi oltre confine sono inevitabili e questo comporta delle situazioni uniche e sfidanti. I Governi di federazioni coinvolte nel torneo hanno già posto in essere chiare direttive e restrizioni circa attività pubbliche e, di conseguenza, la decisione di sospendere la competizione risulta appropriato. E’ nel migliore interesse di tutti che in questo momento le partite non vengano disputate. La salute e la sicurezza di tutti i nostri giocatori, squadre, staff e tifosi è cruciale ed è nel miglior interesse di tutti che non si disputino partite in questo momento. La sospensione è stata determinata dal board di Celtic Rugby DAC e rimarrà oggetto di costante revisione. Il Direttore del Torneo PRO14 David Jordan ha dichiarato: “Abbiamo preso questa decisione con il welfare dei giocatori e la sicurezza dei nostri tifosi quali imprescindibili priorità. Con una situazione in evoluzione in cinque nazioni che prendono parte al Guinness Pro14 è importante prendere una decisione chiara, coerente con le indicazioni dei vari Governi coinvolti”. 

Coronavirus Rugby Pro14

La ripresa della stagione

La ripresa della stagione 2019-20 sarà oggetto di costante revisione. Ad oggi PRO14 Rugby si è assicurato un flusso di informazioni e indicazioni costantemente aggiornato da parte delle autorità locali e nazionali attraverso le federazioni membre del Regno Unito, Irlanda, Italia e Sudafrica. Questo costante monitoraggio si protrarrà per l’intera durata della sospensione. Questa è un’azione senza precedenti per il torneo e ad oggi non è possibile fornire una data certa per la conclusione della manifestazione. In linea con le nostre disposizioni durante l’epidemia, PRO14 Rugby fornirà ulteriori aggiornamenti sulla sospensione quando nuove informazioni saranno disponibili.

Coronavirus Rugby Top 12