Gattuso, addio alla Fiorentina: i motivi della separazione anticipata

Gattuso lascia la Fiorentina: ecco il motivo. Oggi l’accordo verrà sciolto: il contratto non è stato ancora depositato. La rottura a causa di Mendes: il club non ha gradito il gioco al rialzo sul mercato

51
Napoli Udinese, risultato, tabellino e highlights
Gennaro Gattuso ph: Fornelli/Keypress

Gattuso, addio alla Fiorentina

Non è nemmeno iniziata l’avventura di Rino Gattuso alla Fiorentina che le due parti si sono già dette addio. Era nell’aria già da ieri, ma oggi è arrivata l’ufficialità che l’accordo verrà sciolto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Gattuso, addio alla Fiorentina: accordo quasi sciolto

A poco meno di un mese dopo l’annuncio di Gennaro Gattuso sulla panchina della Viola, che l’avventura del tecnico calabrese è già arrivata ai titoli di coda. Rino Gattuso è orientato verso l’addio. Il contratto, anche se firmato, non è ancora stato depositato alla Lega, quindi nulla di fatto.

Il contratto indicava l’inizio della sua attività a partire dalla nuova stagione sportiva, il primo luglio: gli avvocati sarebbero al lavoro per trovare una via d’uscita consensuale. Tutto nasce dalle tensioni che si sono generate nei giorni scorsi e, a quanto pare, la situazione non si è affatto ricomposta, anzi è degenerata definitivamente. Le tensioni sono nate tra la dirigenza viola e Jorge Mendes, il procuratore di Gattuso. Tutto nasce soprattutto dalle incompatibilità delle operazioni in entrata che si sperava si potessero chiudere a stretto giro di tempo.

L’ex allenatore di Napoli e Milan ha scelto di partire alla volta di Firenze proprio in seguito ad un lungo corteggiamento della società Viola, la quale, allo stesso tempo, aveva anche dato quelle garanzie tecniche, sugli investimenti da operare per alimentare le ambizioni del club, a Gattuso e al suo procuratore. Con il cambio di rotta della società nascono poi le divergente che, indubbiamente, porteranno alla separazione anticipata.