Juventus, Cherubini rifonda il centrocampo: chi arriva a gennaio

Il club di Agnelli ha deciso: fuori chi non rende per fare spazio ai nuovi acquisti di gennaio.

275
Marcus McGuane

Dopo l’umiliante sconfitta subita ieri sera a Londra contro il Chelsea, per la Juventus una volta di più si è capito che esistono diverse cose che non vanno e che dovranno essere messe a posto al più presto.

Come da un po’ di tempo a questa parte si analizza, il centrocampo è il ruolo che più necessita di essere migliorato, l’acquisto di Manuel Locatelli in estate dal Sassuolo sembra aver quantomeno dato una mano a risolvere parte dei numerosissimi problemi derivati dalla zona nevralgica del campo ma l’ex neroverde non è (perlomeno non ancora) quel top player in grado di prendere le redini della linea mediana caricandosela sulle spalle.

LEGGI ANCHE

Proseguendo con gli altri interpreti possiamo esaminare come le prestazioni di McKennie, seppur non particolarmente esaltanti siano in leggera crescita, quelle di Rabiot siano perlopiù discontinue e troppo sotto ai criteri della sufficienza, stesso discorso per quelle di Rodrigo Bentancur che come se non bastasse sembra stia subendo un declino tecnico tristemente preoccupante, principio che possiamo applicare anche a Ramsey, le sue vicende ormai rasentano il tragicomico mentre per Arthur si è sperato che dopo l’infortunio si sarebbe potuto rivedere un giocatore utile alla causa ma il campo ad ora sta confermando le cattive sensazioni percepite all’inizio della sua avventura in bianconero.

Date queste considerazioni il ‘diktat‘ in casa Juve è ormai chiaro: vendere chiunque si possa piazzare. La chiave che potrà aprire la porta della crescita della squadra allenata da Max Allegri sarà l’acquisto di uno o più giocatori che agiranno nel ruolo centrale del campo e a tal punto diversi sono i nomi annotati sul taccuino di Cherubini, da Tchouamèni a Witsel passando per Zakaria, ParedesVillar e Kamara.

Mai come ora la linea scelta dalla società piemontese sembra così chiara: sì punterà a sfoltire la rosa con i due elementi di maggiore ingombro dal punto di vista economico, stiamo parlando di Aaron Ramsey ed Adrien Rabiot, i quali potranno essere ceduti anche senza che il club di Andrea Agnelli possa ricevere un corrispettivo in denaro, infatti l’obiettivo primario della ‘vecchia signora’ è liberarsi degli ingaggi dei due giocatori che percepiscono uno stipendio molto elevato per ciò che hanno offerto alla causa bianconera ovvero 7 milioni di Euro stagionali cadauno.

Da qui poi partirebbe l’offensiva per il primo nome sulla voce acquisti: Denis Zakaria è infatti in scadenza di contratto col Borussia Monchengladbach ed un’ offerta di circa 10 milioni potrebbe far si che i tedeschi si possano liberare del classe ’96 che sarebbe molto soddisfatto di un approdo a Torino, dove andrebbe a percepire uno stipendio di poco meno di 3 milioni di Euro; ma la dirigenza piemontese potrebbe battere un altro colpo in entrata nella sessione invernale: Boubakar Kamara è un altro ottimo prospetto seguito da diversi club europei grazie alle sue prestazioni con la maglia dei francesi del Marsiglia e Cherubini avrebbe già sondato il terreno per il classe ’99, anche lui in scadenza.

Per averlo già a gennaio, in favore dell’ OM potrebbe essere corrisposto un indennizzo che si aggirerebbe intorno ai 4/5 milioni: una cifra sicuramente contenuta e ritenuta congrua per chiudere l’affaire-Kamara, che, se unito a quello di Zakaria, potrebbe rappresentare il primo passo del nuovo centrocampo juventino rifondato a costi contenuti.