La Juventus ridimensiona l’Inter e ritrova la vetta (1-2)

44

Super partita in quel di San Siro, Dybala illumina e Lautaro risponde, nella ripresa la decide il pipita Higuain

Un super derby d’Italia quello che si è svolto stasera, la partita termina dopo oltre 90′ minuti di grandi emozioni. Un grande ritmo imposto alla partita da tutte e due le squadre. Una partita con grandi giocate tecniche ma anche molto fisica , “maschia”. Molte proteste, falli irruenti da entrambe le parti. Ma a lla fine è la Juventus ad aggiudicarsi il derby d’Italia e soprattutto (la cosa che conta di più) la testa della classifica scavalcando di 1 punto l’Inter. Il campionato è ancora lungo, mancono 30 giornate, l’Inter ha dimostrato di essere presente. Tutto sommato anche con la sconfitta è comunque la candidata numero 1 a duellare con la Juventus, il Napoli è più indietro in questa corsa al titolo.

ph: Scali/Komunicare

La partita

La juve passa in vantaggio dopo soli 4’minuti con un gran goal di Dybala su assist meraviglio di Pjanic. Nulla da fare per Handanovic. Splendida azione della Juve che dopo pochi minuti prende una traversa con il solito Cristiano Ronaldo. L’inter nella 2 ° parte del 1° tempo ricomincia a girare e trova la rete al 18′ su rigore con Lautaro.

La ripresa riprende ancora con grande intesità. Sarri prova anche per uno spezzone della partita il tridente CR7 – Dybala -Higuain ma poco dopo sostiuisce uno stanco Dybala. La juve nella ripresa è più propositiva e mette alle corde l’inter. Alla fine i bianconeri riescono a trovare la rete con Higuain (2 anni dopo stessa porta) al 79′. Amncora decisivo contro l’iInter il Pipita. La Juventus tiene con le unghie e con i denti il risultato e annulla gli assalti finali dell’Inter. Tre goal tutti e 3 argentini  – Derby d’Italia in formato tango argentino.

Tabellino della partita

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (54′ Bastoni), De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi (33′ Vecino), Asamoah; Lukaku, Lautaro Martinez (77′ Politano). A disposizione: Biraghi, Candreva, Dimarco, Esposito, Gagliardini, Lazaro, Padelli, Ranocchia, Valero. Allenatore: Conte.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (62′ Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (62′ Higuain); Dybala (71′ Can), Ronaldo. A disposizione: Buffon, Demiral, Pinsoglio, Rabiot, Ramsey, Rugani. Allenatore: Sarri.

ARBITRO: Orsato di Schio.

MARCATORI: 4′ Dybala (J), 18′ su rig. Lautaro Martinez (I), 79′ Higuain (J)

NOTE: Ammoniti Vecino, Barella (I); Alex Sandro, Pjanic, Cuadrado (J). Recuepero 4’pt – 4’st. Calci d’angolo 7-2

ph: Fornelli/Activa