Milan, il ritorno di Mr Li: “Ci hanno dato colpe non nostre. Avrei molto da dire…”

26

Mr Li e il Milan le parole dell’ex numero 1 dei rossoneri

Esperienza per molti terribile e da dimenticare quella di Mr Lì da patron del Milan. Dalla Cina arrivano forti le parole dell’ex numero 1 de club: “Avevo piani chiari per il futuro, ma furono smantellati e all’improvviso non ero più il proprietario del mio amato Milan. Quando ho avuto l’opportunità di investire e di dare il mio sostegno finanziario ai rossoneri, sono stato così felice di farlo. Ma non come un investitore in cerca di un rapido profitto, ma come un vero tifoso nella posizione di aiutare il club amato. Il Milan è il club italiano più magico e leggendario di tutti. Sono stato un suo tifoso fin dal giorno in cui ho potuto calciare un pallone. Potreste chiedermi perché uno nato in Cina si sia innamorato di un club italiano. Ma molti di noi lo hanno fatto. Il calcio italiano è stato il primo calcio internazionale ad essere trasmesso dalla TV in Cina“.

Mr Li aggiunge: “Il futuro del Milan per me oggi è importante come non mai. Sono così triste per come stanno andando le cose adesso. Se c’è ancora un modo in cui posso aiutare, lo farò. Voglio parlare e ascoltare. Non parlo davvero bene l’inglese e l’italiano, per questo finora ho dovuto rimanere fuori da Twitter. Ma alcuni amici di lingua inglese mi stanno aiutando a tradurre. Quindi eccomi qui, con le mie idee sul calcio e, in particolare, su tutto ciò che riguarda il Milan”. Poi una frase piccata: “Le persone spesso hanno dato a noi la colpa per i problemi del Milan sulla base delle loro esigenze, ma non siamo stati i soli responsabili”.