Boxe: Tensioni tra il manager De La Hoya e il talentuoso Garcia

153

Óscar De La Hoya confermando gli incontri in programma del 4 luglio, ha escluso il suo pupillo dall’evento.

Il Team @KingRyanG di non ha accettato l’ incontro del 4 luglio, ora torneremo a fine luglio con il futuro del pugilato @vergilortiz, dettagli più interessanti da seguire su @GoldenBoyBoxing

Arriva così l’annuncio del promoter della Golden Boy Promotion pubblicato con un tweet, dove dichiara che Garcia non avrebbe accettato di combattere all’evento organizzato per il prossimo 4 luglio. Sottolineando invece che il pugile Vergil Ortiz, definito da De La Hoyail futuro del pugilato”, sarebbe stato presente. Alcuni fan hanno interpretato il post di Óscar De La Hoya come un modo per mettere al suo posto il giovane ventunenne Ryan Garcia (20-0, 17 KO).

Stando alle ultime indiscrezioni, il pugile avrebbe declinato una borsa di 200 mila dollari per combattere; la scelta del potenziale avversario dello statunitense sarebbe ricaduta su Abner Mares, il pugile 35enne fermo da più di due anni.

Ryan Garcia non ha digerito la dichiarazione di De La Hoya

Il post ovviamente ha scatenato l’ira di Ryan Garcia che successivamente ha risposto con un altro tweet, poi cancellato, definendo il proprio promoter un “hater”. “Ti rendi conto che dovresti essere il mio promoter, non un Hater

A rincarare ancora di più la dose, il campione WBC dei pesi super welter Jermell Charlo, che rispondendo anche lui al post dell’ex pugile, ha consigliato al giovane Garcia di entrare nella ‘Al Haymon’ e lasciare perdere la ‘Golden Boy Promotion’, ritenendolo troppo popolare per essere messo da parte.

Le cose stanno per diventare alquanto tossiche tra De La Hoya e Ryan Garcia, e sarà interessante vedere come finirà questa storia. Solo di recente Ryan ha firmato con la  Golden Boy Promotions un cospicuo contratto a lungo termine.