Calciomercato Benfica, arriva Everton, ma il sogno resta Cavani

33

Il Benfica ha vissuto una stagione travagliata. Dopo essere stato eliminato ai gironi di Champions, il cammino in Europa League si è bloccato subito contro lo Shakhtar. Il periodo tra febbraio e marzo è stato forse il peggiore: le Aguias in poco tempo hanno perso qualsiasi speranza europea e si sono staccate dai rivali di sempre del Porto. Poi però è arrivato il lockdown con la possibilità di rifiatare e recuperare la concentrazione. Il Benfica invece si è ripresentato con gli stessi problemi di prima, accentuati da una scarsa forma fisica. La tensione era palpabile a chilometri di distanza e ha trovato sfogo nell’aggressione di un gruppo ultras contro il pullman della squadra. Perso il campionato e la coppa del Portogallo, ora il Benfica cerca di scrivere un altro capitolo glorioso della sua storia. Dopo aver mandato in archivio Bruno Lage, il gravoso compito è affidato a Jorge Jesus.

Benfica, il nuovo progetto di Jorge Jesus

Il tecnico sembra aver raggiunto un nuovo punto di apice nella sua lunga carriera. Viene infatti dalla vittoria del campionato brasiliano e della Copa Libertadores con il Flamengo. L’altro grande  momento da allenatore l’ha vissuto proprio sulla panchina del Benfica vincendo 3 campionati tra il 2009 e il 2015. Quando però ha deciso di firmare subito, senza neanche un anno sabbatico, con lo Sporting, il sentimento d’amore si è trasformato in cocente delusione, a tratti odio, tanto che per un periodo è stato protetto dalla scorta. Messi da parte i rancori, ora i due amanti tornano insieme. L’obiettivo è creare una squadra di alto livello e per farlo servono giocatori di profilo top.

Calciomercato Benfica, dal Gremio arriva Everton

Uno di questi è sicuramente Everton Sousa Soares, che a 24 anni ha aspettato fin troppo la chance di approdare in Europa. Jesus in Brasile ha avuto modo di studiarlo, affrontarlo e anche umiliarlo (5-0 in semifinale di Libertadores). E’ giunto il momento di allenare ed esaltare un crack, un giocatore sublime, già titolare nella Seleção, che rischia di diventare un extraterrestre. La cifra con cui il Benfica ha strappato Cebolinha alla concorrenza (c’erano in corsa anche Milan e Napoli) non è affatto esosa: 20 milioni più bonus. Il Gremio, con cui Everton gioca dalle giovanili, non poteva tirare troppo la corda, vista la necessità di denaro per far fronte alla crisi. Il Benfica, da parte sua, non poteva investire ancora di più perché la campagna di rafforzamento non è ancora finita.

Calciomercato Benfica, continuano i contatti per Cavani

Il nome che farebbe impazzire di gioia i tifosi e darebbe lustro alla società non è di un giovane da far esplodere, ma di un giocatore già affermato, Edinson Cavani. L’attaccante uruguaiano ha sbattuto la porta in faccia al PSG. Non ha voluto rinnovare di un mese perché sarebbe rimasto in panchina a guardare Icardi mentre giocava in Champions al suo posto. Ha 33 anni, è svincolato e il Benfica lo brama. Pare che il progetto gli piaccia, ma due ostacoli lo blocchino. Cavani infatti vuole giocare ancora ad alti livelli e quindi vuole avere la certezza di poter giocarsi la coppa dalle grandi orecchie nei prossimi anni. Una volta avuta questa garanzia, bisogna iniziare a parlare dell’ingaggio. L’attaccante a Parigi percepiva 12 milioni annui, mentre il Benfica gliene potrebbe dare soltanto 2.5, cioè il tetto massimo salariale. I grandi giocatori pretendono di essere retribuiti per le proprie qualità, però se non dovessero arrivare altre offerte, Cavani potrebbe accettare di entrare a far parte dell’illustre storia a tinte rosse.