Calciomercato, Sergio Ramos non rinnova: un club di A su di lui

139
napoli sergio ramos contatti

La storia del Real Madrid nelle competizioni europee è invidiata da tutti perché è senza dubbio la migliore. I Blancos vantano 13 Coppe Campioni/Champions League e due Coppe Uefa. In questo glorioso cammino non era mai accaduto che la squadra subisse tre goal in un primo tempo. Ieri lo Shakhtar Donetsk ha avuto l’onore di demolire il record creando un certo sconcerto nella tribuna dello stadio Alfredo Di Stefano.

In particolare Sergio Ramos cercava di grattarsi nervosamente la barba non accorgendosi di avere la mascherina addosso. Il difensore classe 1986 ha contribuito molto alla riscrittura della storia del Madrid diventandone il leader per eccellenza. Dopo la partenza di Cristiano Ronaldo si reinventato pure rigorista e goleador. La scorsa stagione per esempio è stato il secondo miglior marcatore del Real, con 13 reti, dietro solo a Benzema (27).

Quando c’è un problema ormai i compagni sono abituati ad affidarsi al loro capitano. Forse troppo, visto che Ramos ha giocato soltanto 34 minuti nelle ultime due partite per un problema al ginocchio. Ne è risultato un disastro senza precedenti: il Cadice non aveva mai vinto in casa del Madrid e, come detto, i Blancos non avevano ancora subito tre goal nei primi 45 minuti di una partita europea.

Come al solito dopo un tracollo simile, i quotidiani sono impietosi e l’insistenza delle voci di mercato si fa sempre più forte. Don Balon quindi si è limitato a ricordare che Sergio Ramos è in scadenza di contratto. Il difensore non vuole rinnovare per un solo anno come già offerto dal presidente Florentino Perez. Sente mancare la fiducia che l’ha accompagnato nei 15 anni di Real Madrid. Così, in attesa di un rilancio da parte della società, si sta guardando un po’ intorno.

La Juventus e il PSG ci stanno facendo più di un pensierino. Per entrambe l’ostacolo più grande è l’ingaggio da 12 milioni all’anno. Si tratterebbe di un grande colpo per tutt’e due le squadre in termini di esperienza, anche se in leggera contraddizione con la linea dei club. La difesa francese infatti ha un’età media di 25 anni e in estate si è liberata del trentaseienne Thiago Silva. Il reparto arretrato della Juventus ha tre primavere in più, ma gli ultimi acquisti vanno nella direzione di un ringiovanimento con De Ligt (21) e Demiral (22).