Carlo Pellegatti: “Icardi farebbe comodo al Milan, ma…”

57
Carlo Pellegatti

Il giornalista sportivo Carlo Pellegatti ha fatto il punto sul campionato e sulle coppe europee ai microfoni di Sportpaper.it

Di seguito l’intervista completa:

Pirlo nonostante qualche difficoltà iniziale sembra stia riuscendo a dare un volto alla Juventus. Pensa che riuscirà a dare ai bianconeri le certezze che mancano soprattutto a livello europeo?

Direi che i tempi per poterlo dire non sono ancora maturi. Sicuramente sta cercando di dare una mentalità che si riflette sia nel campionato italiano che in Europa. Le competizioni internazionali si decidono a febbraio/marzo. In quelle settimane tra fine inverno e inizio primavera bisogna avere una fisionomia ben definita, altrimenti non si va avanti.

Il Milan è tornato sulla terra dopo la sconfitta con il Lille e il pareggio con il Verona. Secondo lei quale può essere la reale dimensione della formazione di Pioli?

La reazione con il Verona ha confermato che la squadra ha dei valori importanti. Non si rimontano due goal ad una formazione ostica come quella gialloblu dopo aver perso in malo modo contro il Lille. Direi che contro i francesi è stata una parentesi dovuta alla stanchezza.

Cosa manca attualmente al Diavolo per poter essere una squadra competitiva ad altissimi livelli?

Credo che la qualità della rosa debba essere migliorata. Già rispetto allo scorso anno c’è stato un miglioramento sotto questo punto di vista. Serve inoltre maggiore esperienze e freschezza. Considerando anche la parte finale dello scorso campionato il Milan è in testa alla classifica da diverso tempo. Non puoi stare lì solo per caso.

Le piacerebbe vedere Icardi al Milan? Sarebbe una coppia complementare con Ibrahimovic?

Non mi sono mai posto il problema visto il costo e l’ingaggio del giocatore. Sicuramente stiamo parlando di uno dei profili più importanti del panorama calcistico italiano ed europeo, ma sembra un’ipotesi piuttosto lontana. Teoricamente farebbe comodo ad ogni squadra, quindi anche al Milan.

Juventus e Lazio si stanno ben distinguendo in Champions League, Atalanta ed Inter un po’ meno. Ci crede alla possibilità che riescano ad accedere tutte e quattro agli ottavi di finale?

Sicuramente classifica alla mano quella messa peggio è l’Inter. Sarà fondamentale battere il Real Madrid in casa per poter sperare nella qualificazione. L’Atalanta se la giocherà contro l’Ajax ad Amsterdam. Obiettivamente il Liverpool è fuori portata. La Lazio sta dimostrando di essere continua, mentre la Juventus ha un girone certamente abbordabile. I bianconeri però vogliono arrivare primi soprattutto per evitare insidie al sorteggio. Compito che allo stato attuale appare complicato vista la sconfitta casalinga patita tra le mura amiche con il Barcellona.

Il cammino delle italiane in Europa nonostante qualche piccolo scivolone sembra abbastanza in discesa. Chi tra Roma, Napoli e Milan può davvero arrivare in fondo?

Vedo bene la Roma in ottica qualificazione visto che non ha un girone terribile. Il Milan per arrivare ai sedicesimi deve battere il Celtic e non perdere contro Lille e Sparta Praga. Per vincere il girone invece è necessaria la vittoria sul campo dei francesi. Per il Napoli è una bella lotta con la Real Sociedad. Dalla sua può vantare il successo ottenuto in terra basca, ma ha lo svantaggio di aver perso in casa con l’AZ. Anche in questo caso ai fini del primo e del secondo posto saranno decisive le sfide di ritorno.