Cosenza-Pisa 2-1 Decide un gol in extremis dell’ex Asencio

108

Beffa dell’ex Asencio nel  finale, Pisa sconfitto al San Vito Marulla

Doveva andare così, decide il gol dell’ex al 48′ del secondo tempo, di suola in spaccata batte Gori e regala tre punti salvezza alla squadra allenata da Occhiuzzi. Spiace sentire nel post match le dichiarazioni di Asencio che commenta così:”A Pisa ho passato i sei mesi più brutti della mia vita. Tanta gente mi ha anche insultato e aggredito”, dichiarazioni forse inopportune.

Il Pisa nel primo tempo gioca malissimo, palloni persi squadra allungata e Carretta al 29′ lo punisce. Nella ripresa esce Benedetti ed entra De Vitis che rivitalizza i nerazzurri, la squadra prende campo ed arriva il pari segnato proprio da De Vitis che viene servito in area di tacco da Moscardelli e batte Saracco. Quando il pari sembra il risultato più logico, accade ciò che in altri match abbiamo già visto, arriva puntuale il gol subito nei minuti finali, che brucia ancora di più perchè segnato da Asencio. La zona playoff per i nerazzurri è lontana un solo punto, il Cosenza  invece spera nella salvezza.

Cosenza-Pisa, il tabellino

COSENZA-PISA SPORTING CLUB: 2-1 (trentaseiesima giornata serie B)

COSENZA (3-4-1-2): Saracco; Capela, Idda, Legittimo; Bittante (38′ st Asencio), Sciaudone, Bruccini, Casasola; Baez (28′ st Bahlouli); Carretta (39′ st D’Orazio) , Riviere. A dis. Quintero, Perina, Corsi, Lazaar, Broh, Asencio, Schiavi, Monaco, Kone, Prezioso. All. Occhiuzzi.

PISA SC (3-5-2): Gori; Ingrosso, Benedetti (1′ st De Vitis), Caracciolo; Pisano (18′ st Birindelli), Siega, Marin (18′ st Soddimo), Gucher (32′ st Pompetti), Lisi; Fabbro (25′ st Moscardelli), Marconi. A dis. Perilli, Dekic, Minesso, Meroni, Varnier, Masucci. All. D’Angelo.

ARBITRO: Antonio Rapuano di Rimini (Capaldo-Di Gioia – IV De Santis).

RETI: pt 29′ Carretta (C); st 32′ De Vitis (P), 48′ Asencio (C).

NOTE. Ammoniti: Marin (P), Bruccini (C), Ingrosso (P), Asencio (C); angoli: (3-2) 5-2; recupero: 0′ + 5′.

Foto: Francesco Donato